Il Palazzo della Cultura è pronto a “sbocciare” in Primavera

L’INTERVISTA – Cassino avrà un luogo dove ospitare presentazione di libri ma anche proiezioni cinematografiche, ci saranno delle mostre di arte contemporanea ma anche concerti. Ecco tutte le anticipazioni in un’intervista esclusiva all’assessore Danilo Grossi

La sede dove sorgerà il Palazzo della Cultura

di Francesca Messina

Continuano i preparativi per l’imminente apertura del nuovo Palazzo della Cultura a Cassino. Molto probabilmente il taglio del nastro sarà previsto in primavera. A tal proposito abbiamo intervistato l’Assessore alla Cultura Danilo Grossi.

“Aprire una biblioteca, uno spazio per mostre, una sala per cinema d’essai e un caffè letterario all’interno di uno spazio confiscato alla criminalità​ – dice l’assessore – penso sia il segnale più bello che una città come Cassino, che sta vivendo una nuova rinascita culturale, potesse dare”.

Quando sarà prevista l’inaugurazione del Palazzo della Cultura?

“I lavori strutturali sono terminati e stiamo definendo gli allestimenti interni. I libri sono stati spostati e si stanno definendo gli arredi per il caffè letterario. Qualche settimana ancora ed il palazzo della Cultura sarà realtà.”

Che genere di libri ci saranno?

“La nuova biblioteca nasce naturalmente sul patrimonio librario che esisteva all’interno della vecchia Biblioteca Malatesta. Ma grazie al lavoro di nuovi professionisti che sono stati coinvolti stiamo lavorando per migliorare il sistema bibliotecario di ricerca e catalogazione dei libri, oltre ai nuovi investimenti”.

Qual è il messaggio che vuole inviare ai giovani per invogliarli alla lettura?

“Abbiamo pensato ad un luogo nuovo, in cui avvicinarsi alla lettura diventa piacevole con delle sale studio pure per bambini e ragazzi, ma anche con la possibilità di leggere immersi nell’arte e con un buon thé davanti, oppure potendo gustare le migliori rassegne cinematografiche. Il Palazzo della Cultura è stato pensato come un luogo vivo, in cui i ragazzi e i giovani dovranno essere i protagonisti”.

Ci sarà spazio anche per gli anziani che amano leggere?

“Sarà un luogo per tutti coloro che amano la cultura, per le tante persone a cui mancava un luogo come questo”.


I libri si potranno leggere solo sul posto?

“Si potrà passare al Palazzo della Cultura per leggere propri libri oppure per chiedere quelli che sono a disposizione e che faremo di tutto per aumentare grazie alla collaborazione del sistema bibliotecario”.

Chi vuole potrà donare i libri al Palazzo della Cultura?

“Ci sarà anche questa possibilità nei prossimi mesi, naturalmente con libri che il direttore della biblioteca reputererà utili e richiesti”.

Occorrerà per esempio, una tessera?

“Le modalità specifiche verranno rese note dal momento dell’apertura. Quello che posso anticipare è che si sta lavorando per rendere più funzionale e innovativo il sistema bibliotecario”.

Sarà uno spazio solo per libri o ospiterà anche altri eventi?

“Come anticipato il Palazzo della Cultura sarà un luogo vivo, dove ospitare presentazione di libri ma anche proiezioni cinematografiche, dove ci saranno delle mostre di arte contemporanea ma anche concerti, soprattutto nel periodo estivo, dove verranno ad essere proposte installazioni ma anche luoghi in cui confrontarsi. E siamo sicuri che aprire un luogo come questo, che nella città di Cassino non c’era, potrà aiutare alla crescita culturale collettiva della città”.

GUARDA LE FOTO