Le pagelle di domenica 16 gennaio

I NOSTRI VOTI – Le telecamere di Riccardo, la foto di Franco e le opere di Mario che giungono a coronamento. Decisamente un altro e alto livello rispetto allo scarso decisionismo dei sindaci su chiusura e apertura delle scuole…

RICCARDO CONSALES

C’è il suo lavoro dietro al progetto illustrato nei giorni scorsi delle telecamere di sorveglianze dinanzi ad alcuni istituti scolastici della città di Cassino per fermare il fenomeno dello spaccio. Riccardo Consales, pur essendo un semplice consigliere comunale, è di fatto, una pedina importante in più per la giunta Salera. In materia di ambiente, urbanistica e viabilità certamente una marcia in più decisiva.

L’ottavo assessore di Cassino

VOTO 8

FRANCO EVANGELISTA

Non ha avuto remore a farsi fotografare insieme al sindaco Enzo Salera durante un sopralluogo al cimitero di Cassino. Franco Evangelista resta saldamente all’opposizione, pur essendo sceso dal Carroccio e avendo avuto una breve parentesi in Fratelli d’Italia. Ha dimostrato, e sta dimostrando in questa consiliatura di essere un consigliere indipendente che riesce a portare in assise le istanze dei cittadini senza vincoli di partito, senza “obbedire” a logiche che per lui appartengono al passato. Lo fa dall’opposizione, da dove “bacchetta” la maggioranza a più riprese, per questo non ha avuto nulla da nascondere nel sopralluogo congiunto.

Libero e indipendente

VOTO 8

MARIO ABBRUZZESE

Mario Abbruzzese non era un visionario. Più volte è stato criticato, da qualche oppositore anche deriso, quando parlava del progetto di collegamento tra il Tirreno e l’Adriatico. Come? Con il collegamento da San Vittore del Lazio a Termoli. Due, gli obiettivi di questo progetto: creare una grande opera e far diventare il Cassinate un territorio strategico per l’Italia centrale, realizzando anche il collegamento ferroviario tra la città martire e il Sud Pontino.

Adesso queste opere iniziano ad avviare l’iter in materia concreta: la San Vittore-Termoli, così come confermato in un’intervista dalla ministra per il Sud Mara Carfagna, verrà inserita nel Pnrr. Con buona pace di chi derideva Abbruzzese!

Pioniere della Tirreno-Adriatico

VOTO 7

I SINDACI DEL CASSINATE

La scorsa settimana erano andati in ordine sparso: chi apriva le scuole e chi no. Chi forse. Sulla base di criteri perlomeno opinabili. Certamente una delle motivazioni, oltre a quelle di possibile carenza di organico del personale nei vari istituti, era la paura per l’aumento dei contagi.

Domani, invece, il rientro sarà regolare in tutti i comuni. A voler vedere il bicchiere mezzo pieno ci sarebbe anche da “esultare” visto che i sindaci del comprensorio hanno seguito un’unica linea. Resta da capire, visto l’aumento dei contagi, qual è la differenza (e la paura) rispetto alla scorsa settimana nel decidere di non tenere le scuole ancora chiuse.

Indecisi e paurosi

VOTO 5