L’Associazione "Se non ora quando" ha ricordato Michela Murgia

L’Associazione "Se non ora quando" ha ricordato Michela Murgia
di autore Redazione - Pubblicato: 18-09-2023 00:00

EVENTI - Al Palazzo della Cultura di Cassino sono stati letti alcuni brani dai suoi libri, per moltiplicare la sua voce, per mettere un punto sui vari aspetti della sua vita quotidiana

Sabato 16  settembre, presso il palazzo della cultura,l’associazione se non ora quando ha ricordato Michela murgia, scomparsa prematuramente lo scorso 10 agosto.

Insieme alle donne dell’associazione Michela Murgia, come sempre, ha ricordato a tutti i presenti, quanto una battaglia per la parità di genere, per la libertà e l’autodeterminazione di sé e del proprio corpo sia un obiettivo culturale imprescendibile, urgente, e non impossibile. 

Lo ha fatto attraverso i video che l’Associazione ha trasmesso, in una sala sempre più gremita. Tutti hanno ascoltato in religioso silenzio, in piedi, oltre la sala, oltre i tavolini del bar, in strada. Gli occhi el l’attenzione puntati sullo schermo, dove lei, con la sua schietta bellezza, ha continuato a parlarci, nonostante quella data, il 10 agosto, data in cui cadono le stelle, si, ma non tutte. Ce ne è qualcuna che rimane lì, a darci speranza.

Durante la serata del sabato, le donne dell’associazione hanno scelto di leggere alcuni brani dai suoi libri, per moltiplicare la sua voce, per mettere un punto sui vari aspetti della vita quotidiana che Michela è sempre in grado di mostrarci quali distorsioni del paradigma uomo-donna -società.

Dal 10 agosto Michela Murgia avrà altre voci che leggeranno per lei, avrà altri colori che la accompagneranno nelle future serate a lei dedicate, perché in generale, l’intellettuale scomodo, quando muore, per alcuni lascia un grave vuoto, ma ad altri fa tirare anche un sospiro di sollievo.

Il futuro di Michela è quello di continuare ad essere una rompiscatole, e a coloro che la sentono come un nemico, siamo spiacenti, ma la sua forza, da ora, è semplicemente moltiplicata. Michela resterà un’ossessione per il patriarcato…. E noi con lei.





Articoli Correlati