Un grande successo la Cerimonia della consegna dei diplomi all'I.I.S. Medaglia d'Oro "Città di Cassino"

Un grande successo la Cerimonia della consegna dei diplomi all'I.I.S. Medaglia d'Oro "Città di Cassino"

SCUOLA - Il presidente della BPC Vincenzo Formisano ha istituito "Il premio alla memoria del Dott. Donato Formisano"

di Francesca Messina

Un grande successo ha avuto la cerimonia di consegna dei diplomi agli alunni dell'anno scolastico 2021/2022 che si è tenuta presso l’Auditorium dell’I.I.S. Medaglia d’Oro “Città di Cassino”. Il dirigente scolastico Marcello Bianchi, promotore e organizzatore dell'evento, dopo i saluti ha ribadito che il conseguimento del diploma, da sempre considerato un rito di passaggio all'età adulta, va celebrato con un momento ufficiale, solenne, soprattutto per dare la giusta considerazione a un traguardo che conserva intatto un forte significato.

Il Presidente della Banca Popolare del Cassinate, Vincenzo Formisano, ha dichiarato, come cittadino, di essere orgoglioso del fatto che nella città di Cassino ci sia una scuola come il “Medaglia d'oro”. Nel suo emozionante intervento, ha ricordato come il papà Donato, tra i primi alunni dell'Istituto, sia stato sempre attento e sensibile alle iniziative del nostro territorio e al futuro dei giovani, e non è mai mancato ad un appuntamento con la sua prima scuola, tra l'altro luogo che ospita annualmente le assemblee dei soci della BpC. Questo forte legame ha spinto la famiglia Formisano a istituire un premio per le eccellenze della scuola. "Il premio alla memoria del Dott. Donato Formisano", che consiste in un congruo riconoscimento per tutti gli alunni che hanno riportato una votazione di 100/100, riporta questa dedica: "Con l'augurio che il tuo futuro sia pieno di soddisfazioni e successi, con la certezza che valori umani e culturali che hai acquisito nel percorso di formazione saranno sempre la tua stella polare!”.

Alla cerimonia hanno partecipato, il sindaco della Città di Cassino, Enzo Salera che si è complimentato per l'organizzazione dell'evento che è diventato ormai un appuntamento fisso e che ha rivolto un sincero augurio ai neo diplomati.

Il vice presidente della provincia Gianluca Quadrini, che, dopo aver portato i saluti del Presidente della Provincia, Luca Di Stefano, si è complimento con i ragazzi e si è soffermato sull’importanza della scuola per la formazione di ognuno di loro sottolineando: “La scuola è sia un luogo di vita in cui si raccolgono le sfide di una società in continuo movimento ma anche un luogo in cui vengono formati i cittadini del nostro domani. Per questo motivo, l’attuale amministrazione provinciale sarà molto attenta e pronta a dialogare con i diversi interlocutori affinché la scuola ritrovi e rafforzi la propria centralità all’interno di ogni comunità.”

Il dott. Alfio Montanaro, Direttore Generale della Provincia di Frosinone che da ex alunno del "Medaglia d'oro" con un po’ di emozione ha ricordato due persone che oggi non ci sono più e sono stati fondamentali per la sua formazione: lo storico Luigi Serra, suo professore di Ragioneria, e il Preside Ferdinando Soave. La docente Wilma Polini, presidente del C.U.ORI. dell'Università degli Studi di Cassino, ha evidenziato il ruolo che ricopre il centro da lei diretto nell’orientare i ragazzi verso i percorsi più attinenti ai loro interessi e alle loro peculiarità e inclinazioni. Il professor Mauro Cernesi Presidente dell'Ordine dei dottori Commercialisti ed Esperti contabili, ex docente dell’Istituto, ha spiegato quanto sia stato difficile, per studenti e docenti, affrontare i giorni di scuola in un periodo in cui si sono susseguite senza soluzione di continuità la crisi pandemica e il conflitto russo-ucraino.

Non è mancato il momento dedicato alla migliore diplomata della scuola, Elisa Di Raddo, che nel suo discorso di commiato ha rivolto un vivo ringraziamento al preside Bianchi, a tutti i docenti e al personale della scuola che l'hanno supportata in questi anni e ha rivolto uno speciale augurio ai tutti i maturandi.

Durante l’evento giunto alla sua sesta edizione a condurre lo spettacolo la “famiglia Addams”, interpretata con sagacia dagli studenti della scuola: dagli impeccabili presentatori, Morticia (Giada Perroni) e Gomez (Gaston Ignacio Sabotig), alla scatenata Mercoledì (Gaia Mella), aggiungendo il perfido Pugsley (Mattia Carnevale) dalla voce stridula, il mostruoso “valletto” Lurch (Edward D’Adamo) e l’inquietante presenza di Mano (Marco Lombardi).

A chiusura della cerimonia l'interpretazione di Giulia Carambia, neodiplomata del corso di 2° livello, del brano di Renato Zero che tradizionalmente costituisce la sigla finale della cerimonia:  I migliori anni della nostra vita; vivi intensamente il presente, ma sogna il tuo futuro e la strada che dovrai percorrere.





Articoli Correlati


cookie