Covid, un morto a Coreno Ausonio. E ora tutta l’Italia potrebbe diventare rossa

CRONACA – Deceduto un uomo che era ricoverato in ospedale con precedenti patologie. Oggi il Governo decide sulla Campania, intanto cinque regioni cambiano colore. Retroscena del Corriere della Sera: da domenica potrebbe scattare il lockdown nazionale, non più divisione in zone. Pressing dei medici, ma il Governo è attendista. Ecco cosa potrebbe succedere

In attesa che nel tardo pomeriggio venga diramato il bollettino regionale con il numero dei casi odierni e dei decessi per quel che riguarda il Covid, c’è un’anticipazione che riguarda la Asl di Frosionone: ieri si è registrata una vittima nel territorio della Valle dei Santi. Si tratta di una persona residente a Coreno Ausonio, al di sotto dei 60 anni che, come conferma anche il sindaco del paese Simone Costanzo, era affetto anche da altre patologie. Quindi il Covid è stato fatale: era ricoverato in ospedale già da alcune settimane.

Intanto questa mattina il Corriere della Sera ha rivelato un retroscena che, se verrà confermato, dalla prossima settimana porterebbe significative novità in tutto il Paese, soprattutto nelle regioni come il Lazio che oggi sono identificate come gialle: tutta l’Italia diventerebbe zona rosse. O, al massimo, divisa tra regioni arancioni e rosse. L’area gialla, quella del rischio moderato, scomparirebbe del tutto.

Scrivono Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini: “L’obiettivo del governo è arrivare almeno al 15 novembre. Soltanto domenica prossima sarà infatti possibile stabilire l’efficacia del nuovo meccanismo che, per contenere i contagi da Covid-19, divide l’Italia in fasce di rischio e impone le chiusure di attività limitando gli spostamento. Se fra cinque giorni la curva epidemiologica non avrà invertito la rotta, l’ipotesi più probabile è far entrare tutte le Regioni in «zona rossa». In questo caso sarà indispensabile rivedere la lista dei negozi che possono rimanere aperti durante la giornata. Per farlo sarà necessario un nuovo Dpcm che, se dovesse esserci un’accelerazione politica, potrebbe essere discusso con Regioni e Cts già il prossimo fine settimana”.

A chiedere un blocco completo e prolungato sono molti medici ma il Governo, in primis il presidente Giuseppe Conte, frena e intende aspettare i risultati delle misure restrittive in base ai Dpcm emanati in questo mese: il primo risale al 13 ottobre scorso. Da oggi, intanto, 5 regioni che erano in fascia gialla vanno già in quella arancione. In giornata dovrebbe arrivare anche la decisione per quel che riguarda la Campania. Potrebbe passare da gialla a rossa, la situazione dei contagi è infatti molto preoccupante.