"Ma quale squadra compatta e coesa". Sergio Miele sferza Enzo Salera

Politica - L'attivista della lista 'Cassino nel cuore' bacchetta il primo cittadino: "E' ancora più paradossale sentire le dichiarazioni di Salera che oggi definisce l'ex sindaco del Centrodestra  una persona preparata e perbene. E' lo stesso Salera che denunciò, che fece esposti e dichiarò in consiglio comunale l'incapacità di quel sindaco su questioni riguardanti il cimitero"

"Ma quale squadra compatta e coesa". Sergio Miele sferza Enzo Salera
di autore Alberto Simone - Pubblicato: 26-03-2024 17:21 - Tempo di lettura 3 minuti

"Il percorso che Salera sta portando avanti parlando di una squadra compatta ha a dir poco dell'assurdo. Risulta davvero poco credibile che esponenti politici che fino a qualche settimana fa sedevano all'opposizione in consiglio e che hanno diverse volte espresso voto contrario riguardo ad atti amministrativi, all'improvviso si ritrovino tutti d'accordo nel nome di Enzo". A dichiararlo Sergio Miele candidato nella lista Cassino nel Cuore nella coalizione di Centrodestra che vede Arturo Buongiovanni candidato sindaco.

"Se Salera vuol far credere alla città che la situazione sia questa mi fa piacere, ma significa che pensa che i suoi concittadini siano degli allocchi. Risulta abbastanza evidente che alcuni gruppi e alcune squadre si stiano accordando per raggiungere l'obiettivo, che ovviamente è quello di essere letti ma anche di conquistare uno scranno. E come può Salera tenere a bada la sua squadra storica, quella che in questi cinque anni non ha mai fatto un passo indietro, quella che lo ha sostenuto e che lo ha acclamato, e che ora si potrebbe trovare fuori dai giochi in nome di gente che ha sempre giocato fuori area. Addirittura contro.

E che potrebbe occupare proprio quei posti dei fedelissimi? La politica è una strana cosa, mostra lati delle persone che a volte non sono poi così manifesti. Una poltrona a tutti costi e una rielezione nonostante tutto non sembra essere la ricetta giusta. Il buon Enzo farebbe bene a fare più attenzione. Che sia una macedonia, una marmellata o un fritto misto poco importa. La città ha bisogno di coerenza e di chiarezza, altre offerte potrebbe risultare indigeste.

E' ancora più paradossale sentire le dichiarazioni di Salera che oggi definisce l'ex sindaco del Centrodestra  una persona preparata e perbene. E' lo stesso Salera che denunciò, che fece esposti e dichiarò in consiglio comunale l'incapacità di quel sindaco su questioni riguardanti il cimitero. Ha sempre dichiarato in questi anni che il centrodestra aveva fatto danni e che l'amministrazione era un'amministrazione di incapaci. E oggi sembra si stia rimangiando tutto a pochi mesi dalle elezioni. Possono i cittadini fidarsi di qualcuno che cambia idea in maniera così radicale in base alle tempistiche? Salera farebbe bene a  parlare apertamente con la sua squadra che viene presentata così coesa e compatta ma che sembra un po' insofferente" ha concluso Sergio Miele.





Articoli Correlati


cookie