A Cassino la 19^ assemblea comunale dell’AVIS

Cultura - L’AVIS Cassino è la prima della provincia di Frosinone per numero di sacche di sangue raccolte. Ma l’ambizione del presidente Mario Vendittelli è tanta, l'obiettivo è quello di raggiungere nel più breve tempo possibile, la media di due sacche di sangue per donatore ogni anno

A Cassino la 19^ assemblea comunale dell’AVIS
di Redazione - Pubblicato: 26-02-2024 11:03 - Tempo di lettura 3 minuti

Ieri 25 febbraio si è tenuta presso la Sala Restagno del Comune di Cassino la diciannovesima assemblea comunale dell’AVIS. L’associazione che conta 1034 donatori ha raccolto l’anno scorso ben 1136 sacche di sangue, contribuendo, con i suoi soci, per quasi la totalità al sangue raccolto nel nostro ospedale Santa Scolastica. Con questi numeri l’AVIS Cassino è la prima della provincia di Frosinone per numero di sacche di sangue raccolte. Ma l’ambizione del presidente Mario Vendittelli è tanta e altrettanto quella del compatto direttivo che sostiene con forza la nuova campagna lanciata ieri “Obiettivo 2.0”; ovvero raggiungere nel più breve tempo possibile, la media di due sacche di sangue per donatore ogni anno.

L’obiettivo è descritto come difficile ma proprio per questo motivo l’AVIS ha in programma una serie di eventi e collaborazioni che permetteranno una visibilità maggiore al fine di sensibilizzare alla donazione coloro che già sono soci e coloro che vorranno diventarlo. I canali di comunicazione sono stati rivitalizzati con contenuti e messaggi informativi che stimoleranno un dialogo sempre più costante con il pubblico digitale (sopratutto under 35).

A proposito degli under 35 è prevista l’istituzione della consulta dei giovani, un organo comunale interno all’associazione che si farà promotore di iniziative mirate alla sensibilizzazione dei giovani verso la donazione. In tema di giovani, il concetto della sensibilizzazione è stato portato anche a coloro che, seppur non in età di donazione, potranno dare il loro contributo a diffondere il messaggio di solidarietà “dal sangue versato al sangue donato” motto degli eventi commemorativi dell’80° anniversario della distruzione di Cassino nella seconda guerra mondiale e del sacrificio della sua gente.

È stato infatti indetto un concorso grafico / letterario per le scuole di primo e secondo grado, i cui alunni potranno produrre elaborati sul tema, al fine di riflettere sul senso del messaggio ma anche di concorrere alla vittoria di un defibrillatore da installare nel plesso vincitore. AVIS Cassino organizzerà raccolte di sangue straordinarie nelle piazze di Cassino e nei paesi limitrofi laddove chi vuole donare, e non può raggiungere il centro trasfusionale, potrà farò.

Nel mese di settembre è prevista la festa per i 20 anni dell’AVIS della nostra città, momento di gioia e condivisione con le consorelle AVIS che parteciperanno da tutta Italia. Il 2024 sarà, più di ogni altro anno, l’anno in cui i volontari dell’AVIS Cassino andranno incontro alle persone che vorranno fare un gesto volontario, periodico, associato, gratuito, anonimo e consapevole, inteso come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e di civismo. Tutto questo è il socio donatore dell’AVIS.





Articoli Correlati