Ricordate a Cassino in piazza Toti le vittime della Shoah

Ricordate  a Cassino in piazza Toti le vittime della Shoah

EVENTI - Il sindaco Enzo Salera ha deposto un fascio di fiori nel Giardino della Memoria sul cippo marmoreo

di Francesca Messina

E’ stato deposto ieri mattina a Cassino, in piazza Enrico Toti un fascio di fiori nel Giardino della Memoria, sul cippo marmoreo dedicato a Primo Levi e alle vittime della Shoah.

La commemorazione in ricordo delle vittime della Shoah, si è tenuta alla presenza del sindaco di Cassino, Enzo Salera, di assessori e consiglieri comunali, dell’Associazione Vittime Civili di Guerra.  

“Un gesto semplice ma significativo per ricordare – sottolinea il sindaco di Cassino Enzo Salera -  oltre all’orrore delle leggi razziali, degli estremismi, del fanatismo politico e religioso, il grande partigiano e scrittore torinese di origini ebraiche, noto per l’opera “Se questo è un uomo” e tutti gli innocenti che hanno perso la vita nell’Olocausto.

Ma anche Anne Frank, la giovane ebrea tedesca che da una stanza murata, nel corso dei due anni trascorsi in clandestinità per sfuggire ai nazisti, scrisse il diario divenuto poi straordinaria testimonianza storica e vero e proprio manifesto, intergenerazionale, contro discriminazione, razzismo e antisemitismo.

E che siano d’esempio a molti, oggi più di ieri, oggi che la guerra continua ad oscurare le vite ed i sogni di tanti popoli nel mondo, le parole scritte da Anne Frank 80 anni fa.

Potenti, drammatiche, ma al contempo sorprendentemente ricolme di fiducia nella vita:

“È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo””.

L’iniziativa è stata realizzata nell’ambito delle celebrazioni della “Giornata della Memoria”, patrocinata dal Comune ed organizzata dal “Centro Anne Frank- Cassino”, di cui è presidente l’avvocato Emiliano Venturi e il direttore il professore Giuseppe Troiano. Don Benedetto Minchella ha benedetto il cippo marmoreo. Il cantautore cassinate Donato Rivieccio ha eseguito la canzone “Auschwitz” di Francesco Guccini, mentre gli artisti dell’Art Academic De Cesare, diretti dalla maestra di musica Emilia Santorsola hanno recitato e cantato.





Articoli Correlati