Nuova programmazione al Cinema Teatro Manzoni di Cassino

Nuova programmazione al Cinema Teatro Manzoni di Cassino
di autore Redazione - Pubblicato: 01-02-2023 12:00

SPETTACOLI - Sul grande schermo "Me contro Te - Il film: Missione Giungla" e "Il primo giorno della mia vita". Prenota il tuo biglietto

Nuova grande programmazione al Cinema Teatro Manzoni di Cassino. Prosegue la permanenza e il successo dei “Me contro Te - Missione Giungla”, a cui la direzione artistica ha affiancato il nuovo film di Paolo Genovese "Il primo giorno della mia vita" uscito nelle sale cinematografiche italiane lo scorso 26 gennaio.

La pellicola mette al centro della storia l'enorme valore della vita di ogni essere umano. Nel film si intrecciano le vicende di un uomo (Valerio Mastandrea), due donne (Margherita Buy e Sara Serraiocco) e un ragazzino (Gabriele Cristini). Ognuno di loro ha un motivo preciso per essere disperato, tanto da arrivare a chiedersi perché mai dover continuare a vivere. Un giorno tutti questi personaggi in momenti diversi della loro vita si imbattono e conoscono un uomo misterioso (Toni Servillo). Sarà quest'ultimo a dare loro la possibilità di osservare cosa potrebbe accadere nel mondo, quando non ci saranno più. È così che i quattro protagonisti avranno a disposizione una settimana per osservare sé stessi dal di fuori, per vedere cosa lascerebbero e come reagirebbero parenti e amici alla loro dipartita. Quest'esperienza rappresenterà per tutti l'occasione per tornare ad apprezzare di nuovo la vita.

«Tutte le storie hanno un loro destino e se questa arriva proprio adesso, dopo circa quattro anni di scrittura e riscrittura, non è un caso. Penso sia il periodo giusto per fare un film sulla voglia e sulla necessità di ripartire», ha detto Paolo Genovese in una recente intervista. Secondo la critica "Il primo giorno della mia vita" è un film potentissimo, duro, che inizialmente non fa sconti, ma che poi abbraccia la speranza. Il regista porta al cinema un suo romanzo nel quale torna a un tema a lui caro, le seconde possibilità. Abbracciando il soprannaturale, il regista racconta lo smarrimento dell’uomo di oggi e il male di vivere e affronta il tema del suicidio, grande rimosso delle società cristiane. C’è speranza per i quattro che vogliono farla finita, che diventano personaggi intensi e profondi grazie a coloro che li interpretano.

Per info e biglietti www.teatromanzonicassino.it





Articoli Correlati