Da vaccinati a vaccinatori: i medici dello "Spallanzani" subito al lavoro

Da vaccinati a vaccinatori: i medici dello "Spallanzani" subito al lavoro
di autore Alberto Simone - Pubblicato: 27-12-2020 12:00

SANITA' - Claudia Alivernini, la prima vaccinata in Italia e simbolo dell’avvio della campagna di vaccinazioni all’Istituto Spallanzani, a sua volta ha eseguito la vaccinazione alla dirigente delle professioni infermieristiche. Oggi in Ciociaria 80 casi e 3 decessi. Un focolaio nella squadra del Frosinone Calcio. In tutto il Lazio 977 positivi su quasi 10.000 tamponi

Claudia Alivernini, la prima vaccinata in Italia e simbolo dell’avvio della campagna di vaccinazioni all’Istituto Spallanzani, a sua volta ha eseguito la vaccinazione alla dirigente delle professioni infermieristiche, Alessia De Angelis.

"Un gesto altamente simbolico e un grande spirito di abnegazione per il proprio lavoro. Claudia - dice l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - non ha avuto alcuna reazione avversa e ha subito voluto riprendere l’attività. Gli operatori sanitari che si vaccineranno nel Lazio nei prossimi tre giorni saranno a loro volta vaccinatori per i loro colleghi e Claudia è il simbolo di questa campagna che sta riscuotendo una grande adesione tra tutto il personale sanitario di Roma e della nostra regione sempre in prima fila nel contrasto al COVID-19"

https://m.youtube.com/watch?v=yBi6y7-HNxI

Oggi, intanto, nella Asl di Frosinone su 552 tamponi effettuati nel giorno di Santo Stefano (dove l'unico drive in attivo era quello del Capoluogo) si registrano 80 casi positivi, 70 negativizzati e 3 morti. In riferimento ai decessi la Asl comunica che si tratta di una donna di 63 anni residente a Ceprano, un uomo di 85 anni residente a Itri e un uomo di 89 anni residente a Santopadre.

Per quel che riguarda i comuni, Cassino perde il primato di centro con più positivi mentre il triste record appartiene oggi al Capoluogo: nella squadra del Frosinone Calcio è inoltre scoppiato un focolaio: la squadra giallazzurra è alle prese con 14 positività ma la partita con il Pordenone si giocherà regolarmente.

Nella Asl di Latina sono invece 181 i nuovi casi mentre a livello regionale, su quasi 10.000 tamponi si registrano 977 casi; 16 i decessi e 817 i guariti. Domani lo start dei vaccini nelle altre Asl di Roma e nelle province di Rieti e Viterbo. Martedì tocca invece al nostro territorio, il Basso Lazio: Frosinone e Latina.





Articoli Correlati