Covid, un decesso da chiarire

Covid, un decesso da chiarire
di autore Alberto Simone - Pubblicato: 25-11-2020 12:00

CASTROCIELO - Dopo essere risultato positivo al tampone, da una settimana era in isolamento domiciliare. Questa mattina è morto soffocato. Ora il sindaco scrive alla Asl e ai carabinieri e chiede delucidazioni. Ecco cosa è successo

"Questa morte esige un approfondimento". Il sindaco di Castrocielo Filippo Materiale questa mattina ha preso carta e penna e ha scritto alla Asl di Frosinone alla stazione dei carabinieri dopo che una persona di Castrocielo ha perso la vita e da una settimana si trovava a casa in isolamento domiciliare perchè era risultato positivo al tampone.

Spiega il sindaco: "Fino a pochi giorni fa, il cittadino, del quale omettiamo il nome per rispetto della privacy, viveva la sua vita normale: in famiglia, con gli amici, sempre gioioso e pieno di vitalità. L'infezione da COVID-19 non lo ha risparmiato. Ha contratto il virus e da una settimana era in isolamento domiciliare. Lunedi 23 novembre un'autombulanza, senza medico a bordo, chiamata per difficoltà di respirazione, lo ha raggiunto. Si era già preparato per il ricovero, ma sarebbe stato consigliato di rimanere al proprio domicilio".

Non c'è stato invece nulla da fare. Dice Materiale: "Questa mattina, prima dell'alba, è morto soffocato. Questa la crudele sintetica storia di una morte, che, a sommesso parere del sottoscritto, esige un approfondimento. La famiglia è sconcertata; l' opinione pubblica è disorientata e si interroga se la Sanità ha fatto il possibile per salvare una vita.
Attendiamo tutti con fiducia risposte convincenti".





Articoli Correlati