Inps, a ottobre scatta la rivoluzione digitale

Inps, a ottobre scatta la rivoluzione digitale
di autore Redazione - Pubblicato: 16-09-2020 12:00

PROVINCIA - Dalla fine di settembre l'Istituto di Previdenza non rilascerà più i PIN procedendo così allo switch-off in favore del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) che consentirà agli utenti di interagire non solo con l’Istituto, ma con l’intero sistema pubblico e con i soggetti privati aderenti. Il direttore provinciale di Frosinone e la responsabile dell'Agenzia di Cassino illustrano le novità

Vincenzo Maria De Nictolis, direttore provinciale dell'Inps di Frosinone

Campagna di informazione INPS per lo switch-off PIN/SPID: il PIN INPS sarà sostituito dallo SPID ( Sistema Pubblico di Identità Digitale) a partire dal 1 ottobre 2020. Da questa data l’INPS non rilascerà più i PIN procedendo così allo switch-off del PIN in favore del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Si tratta di una vera e propria rivoluzione digitale. Lo SPID, infatti, consente agli utenti di interagire non solo con l’Istituto, ma con l’intero sistema pubblico e con i soggetti privati aderenti, costituendo di fatto un sistema aperto agli sviluppi europei ed è dotato di livelli di autenticazione grazie ai quali l’Istituto potrà cogliere nuove opportunità per abilitare servizi inediti che richiedano una maggiore affidabilità nella fase di riconoscimento dell’utente (firme digitali, pagamenti, ecc.).

Vincenzo Maria De Nictolis, direttore provinciale dell'Inps di Frosinone, unitamente alla dottoressa Marina Spiridoni dell'Agenzia di Cassino rendono noto che i PIN rilasciati dall’ INPS e già in possesso degli utenti , conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria, con avvio dal 1/10/2020. Il passaggio da Pin a Spid avverrà ufficialmente il 1.10.2020, data che verrà stabilita, di concerto, con il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, l’AGID e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Restano attive la carta d’identità elettronica (CIE) e la carta nazionale dei servizi (CNS). Maggiori informazioni si possono ottenere accedendo al sito dell’Inps www.inps.it nella sezione Servizi - Transizione da PIN a SPID. Lo SPID si può richiedere direttamente facendone richiesta sul sito www.spid.gov.it alla pagina “richiedi SPID”.





Articoli Correlati