E a Cassino l'inizio della scuola finisce sui banchi... del Consiglio

E a Cassino l'inizio della scuola finisce sui banchi... del Consiglio
di autore Redazione - Pubblicato: 16-09-2020 00:00

POLITICA - Il consigliere Daniele Longo annuncia le novità per gli studenti della frazione di Sant'Angelo. Genitori agguerriti alla "Pio Di Meo" e dalla Lega arrivano le interrogazioni di Franco Evangelista anche per quel che riguarda l'asilo nido: saranno discusse in assise il 24 settembre, quando suonerà la prima campanella dei tre istituti comprensivi. Sardellitti sulle superiori: «L’inizio dell’anno scolastico è stata una sfida vinta». Edilio Terranova replica alle critiche di Carnevale. E intanto in vista del voto di domenica il Comune comunica lo spostamento di alcuni seggi elettorali per le scuole interessate dai lavori

Il consigliere comunale del Pd Daniele Longo

Non si placano le polemiche in merito all'inizio della scuola. Al primo circolo "Pio Di Meo" i genitori sono ancora sul piede di guerra e criticità di recente si sono registrate anche all'asilo nido di via Botticelli. Il consigliere della Lega Franco Evangelista ha presentato apposite interrogazioni anche per quel che riguarda la situazione delle scuole di Sant'Angelo. Domani mattina si riunirà la conferenza dei capigruppo che dovrà fissare la data dei prossimi consigli comunali: con molta probabilità l'assise si riunirà giovedì 24 settembre, ironia della sorte il giorno in cui suonerà la campanella nei tre circoli comprensivi.

Sant'Angelo, parla Longo

Dal Comune arriva intanto la nota a firma del consigliere dio Sant'Angelo Daniele Longo nella quale si legge: «Dando seguito ad una soluzione prospettata  e condivisa con la dirigente scolastica del terzo Istituto Comprensivo, Vincenza Simeone, si comunica che all’avvio dell’anno scolastico le classi prime, seconde, terze e due quarte delle elementari di Sant’Angelo in Theodice saranno provvisoriamente ospitate nell’edificio della contrada “Panaccioni”; la classe quinta, invece, alla San Giovanni Bosco del Colosseo. I bambini della prima e seconda sezione dell’Infanzia, compresi nella fascia di età tra i tre e i quattro anni, saranno ospitati nei locali dell’ex centro anziani di Corso Trieste; quelli della terza sezione nella scuola di Montecifalco, al rione Colosseo. Lo spostamento è stato reso necessario per i lavori, tuttora in corso, di consolidamento statico ed efficientamento energetico a tutela della sicurezza degli alunni, lavori che si protrarranno presumibilmente sino alla fine del prossimo novembre». 

Il giovane consigliere santangelese, Daniele Longo, che sta seguendo la problematica con particolare attenzione, ci tiene a rassicurare i genitori che la soluzione assunta è la migliore possibile nella situazione data e che si è guardato ad assicurare ai ragazzi locali idonei e sicuri. “ In particolare, riguardo all’edificio dei Panaccioni – ha detto – è stato ristrutturato a regola d’arte e rimesso a nuovo. Gli spazi sono ampi, l’ambiente è salubre e la struttura addirittura meglio attrezzata rispetto alla precedente. Il trasferimento degli scolari – ha detto ancora Daniele Longo - produrrà inoltre l’effetto benefico di rivitalizzare la frazione e non è detto che con il parere favorevole dei genitori non si prenda in considerazione l’ipotesi di rendere definitivo il trasferimento qui».

Terranova replica a Carnevale

Dal Comune giunge anche la nota del consigliere comunale e capogruppo della lista "Salera Sindaco" Edilio Terranova che a proposito delle critiche giunte dall'opposizione argomenta: «Per il ruolo provinciale assegnatole di fresco, la leghista Paola Carnevale  dovrebbe tenere fisso lo sguardo su tutto il panorama scolastico dei 91 Comuni della provincia di Frosinone. Invece lo focalizza solo su Cassino, quasi che altrove, in siffatta situazione, non ci fossero difficoltà e tutto filasse liscio come l’olio. Ha rimproverato il sindaco per i ragazzi della scuola elementare “Pio Di Meo” che – a suo dire –  «potrebbero non tornare a scuola a causa di mancanze istituzionali». Ignorando che l’Istituzione, cioè il Comune, di concerto con i dirigenti scolastici e con i rappresentanti dei genitori, sin dall’inizio ha lavorato per il reperimento dei locali necessari. Così come formalmente richiesto dal comitato tecnico-scientifico. Le richieste si sono susseguite nel corso delle settimane ed il Comune ha puntualmente recepito quanto veniva richiesto.

Superiori, l'orgoglio della Sardellitti

La campanella è già suonata lunedì nelle scuole superiori. E a tal proposito Alessandra Sardellitti, consigliere provinciale del Partito Democratico con delega alla pubblica istruzione dice: «L’inizio dell’anno scolastico è stata una sfida vinta. Una sfida difficile, per i tempi ristretti, per le risorse a disposizione, per il necessario coordinamento con tutti gli istituti scolastici di competenza provinciale e per la sovrapposizione tra le disposizioni degli enti. Una sfida però che la Provincia di Frosinone ha indubbiamente centrato e superato grazie alla sinergia formidabile tra la parte tecnica, la parte dirigenziale e la parte politica, senza dimenticare l’apporto prezioso di tutti i Dirigenti scolastici che hanno lavorato ininterrottamente per consentire ai loro studenti il rientro in classe il 14 settembre».

Cantieri in corso, seggi spostati

E sempre per quel che riguarda le scuole, dal Comune di Cassino in una nota stampa si comunica che «in occasione della consultazione referendaria del 20 e 21 settembre, a causa dei lavori tuttora in corso per la manutenzione o per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, per l’occasione, alcuni seggi elettorali verranno spostati. Si tratta del seggio n.17 della scuola materna di via Zamosch ; dei seggi n. 27, 28,29,30 della scuola elementare di Sant’Angelo; dei seggi 31 e 32 della scuola dell’infanzia di via Arigni. Con delibera n. 200 la Giunta ha stabilito di operare lo spostamento dei predetti seggi nel modo seguente:seggio n.17, dalla scuola materna di via Zamosch alla scuola elementare “G. D’Annunzio”, con ingresso da via Pascoli; seggi n. 27,28,29,30, dalla scuola elementare di Sant’Angelo, corso Trieste, all’ ex scuola dell’infanzia di via Montecifalco; seggi n. 31 e 32 dalla scuola dell’infanzia di via Arigni alla scuola dell’infanzia “Donizetti”, sita nell’omonima via».





Articoli Correlati