Cerimonia di consegna dei diplomi all'IIS Medaglia d'Oro di Cassino

Scuola e Università - All'evento anche il premio alla memoria di Donato Formisano. Presente il sindaco Enzo Salera

Cerimonia di consegna dei diplomi all'IIS Medaglia d'Oro di Cassino
di autore Francesca Messina - Pubblicato: 26-02-2024 17:30 - Tempo di lettura 4 minuti

Si è tenuta nei giorni scorsi presso l'IIS Medaglia d'oro "Città di Cassino" la cerimonia di consegna dei diplomi per gli studenti che hanno conseguito la maturità nello scorso anno scolastico 2022/2023.
 Il tema scelto per l'evento è stato lo Sport quale metafora della vita e del percorso di crescita e di auto affermazione.

Quest'anno la cerimonia si è arricchita di significato perché, al premio istituito lo scorso anno dalla Banca Popolare del Cassinate, in memoria del compianto Presidente Donato Formisano, attribuito ai diplomati con una votazione 100 e 100 e lode, si è aggiunto quello indetto dallo studio dei fratelli Di Giorgio in memoria del loro caro padre Emidio ed infine il premio "Alumnus Optimus" rivolto a un ex studente del "Medaglia D'Oro" che si sia distinto negli anni per meriti professionali.
Il dirigente scolastico Marcello Bianchi, promotore e organizzatore dell'evento, ha ribadito che il conseguimento del diploma, da sempre considerato un rito di passaggio all'età adulta, va celebrato con un momento ufficiale, solenne, soprattutto per dare la giusta considerazione a un traguardo che conserva intatto un forte significato.

All'evento presentato dagli alunni Giada Perrone e Edward D'Adamo, hanno partecipato, quale parte attiva per la consegna dei diplomi, come ospiti d'eccezione: l’Ambascitrice della Nuova Zelanda in Italia, Jacqueline Frizelle, in visita a Cassino per l'Ottantesimo anniversario del secondo conflitto bellico, il sindaco Enzo Salera, che ha rivolto un sincero augurio ai neo diplomati; Marco Dell'Isola, Rettore dell'Università degli Studi di Cassino e del L. M., che ha enfatizzato l'importanza dell'evento, sottolineando come il diploma rappresenti un significativo traguardo personale per i ragazzi e dimostra la loro capacità di completare un percorso di studi lungo e impegnativo. Tuttavia, ha evidenziato come questo costituisca solo il primo passo del loro percorso formativo che dovrà essere dedicato al raggiungimento di obiettivi sempre più ambizioni. 


L'assessora alla Pubblica Istruzione Maria Concetta Tamburrini invece ha sottolineato come questa cerimonia dimostri quanto il Medaglia D'Oro valorizzi i propri studenti e ha esortato i ragazzi ad alimentare sempre più la curiosità per il sapere e il desiderio di apprendere.  


Il Presidente della BpC, prof. Vincenzo Formisano, presente con le sorelle Anna Paola e Donatella, nel suo emozionato intervento, ha ricordato come il papà Donato, tra i primi alunni dell'Istituto, sia stato sempre attento e sensibile alle iniziative del nostro territorio e al futuro dei giovani, e non è mai mancato un appuntamento con la sua prima scuola, tra l'altro luogo che ospita da più di venti anni le assemblee dei soci della BpC. Molti dipendenti della Banca sono stati alunni dell'Istituto e, sicuramente anche in futuro, l'istituto di credito ne assumerà altri. Questo forte legame ha spinto la famiglia Formisano a istituire lo scorso anno un premio per le eccellenze della scuola. "Il premio alla memoria del Dott. Donato Formisano" riporta questa dedica: "Con l'augurio che il tuo futuro sia pieno di soddisfazioni e successi, con la certezza che valori umani e culturali che hai acquisito nel percorso di formazione saranno sempre la tua stella polare! 
L'intervento della Dott.ssa Franca Di Giorgio dello studio di consulenza fiscale omonimo che ha spiegato il perché del premio nella scuola frequentata con orgoglio dal suo papà e da tutta la sua famiglia e ha evidenziato come esso voglia dare risalto alle materie di indirizzo della scuola. 


Infine, il premio "Alumnus Optimus" del Medaglia d'Oro è stato assegnato "alla memoria" di Donato Formisano con questa motivazione: "Alla memoria di Donato Formisano 
per aver portato in alto il nome dell‘Istituto di Istruzione Superiore “Medaglia d’oro – Città di Cassino”, dove conseguì il diploma di “Ragioniere” nel 1954. 

Per essersi distinto per capacità, lungimiranza e meriti professionali nel campo bancario fino a ricoprire il prestigioso ruolo di Presidente della Banca Popolare del Cassinate. 
Per il suo fondamentale contributo alla ricostruzione e allo sviluppo e della città di Cassino dopo il secondo conflitto mondiale. 
Per aver mantenuto sempre saldo il legame con la sua ex scuola e averne conservato, costantemente e con pubblico orgoglio, vivo il ricordo. 
Per aver costituito, con la sua tenacia, la sua sagacia, il forte senso di appartenenza all’Istituto e al territorio, un esempio per gli studenti del “Medaglia d’oro” e per rappresentare tutt’ora un modello per le future generazioni.
Non è mancato il momento dedicato alla “Valedictorian” Arianna Pittiglio, miglior diplomata dell' a.s. 2022/23 che nel suo discorso di commiato ha rivolto un vivo ringraziamento al Dirigente Scolastico, a tutti i docenti e al personale della scuola che l'hanno supportata nel meraviglioso percorso di questi anni e ha rivolto uno speciale augurio ai tutti i maturandi. 
Infine l’interpretazione di Giada Perrone  del brano di Renato Zero che tradizionalmente costituisce la sigla finale della cerimonia:  "I migliori anni della nostra vita".

 


Gallery dell'articolo


  • TAGS



Articoli Correlati