Mondiali in carrozzina, a Cassino le nazionali di basket

Mondiali in carrozzina, a Cassino le nazionali di basket
di autore Redazione - Pubblicato: 25-05-2023 12:00

SPORT - Eventi in programma dal 31 maggio al 4 giugno, ecco i dettagli emersi nel corso della conferenza stampa

Conferenza stampa, ieri mattina, nella sala “Restagno” del Comune, per la presentazione del raduno premondiale delle nazionali italiana e canadese di pallacanestro in carrozzina. Gli atleti italiani saranno ospiti a Cassino da domenica 28 maggio, mentre i canadesi da martedì 30. Alloggeranno all’Hotel Rocca che, con lodevole sensibilità, ha rinnovato anche in questa occasione apertura, attenzione e disponibilità verso un settore così vivo di una disciplina sportiva, il basket, praticato anche da persone costrette in carrozzina.  La competizione mondiale si disputerà a Dubai a partire dal 9 giugno.

Il programma prevede un incontro con la Città da parte degli esponenti delle due nazionali mercoledì 31 maggio, alle ore 11, al teatro Manzoni. Il giorno dopo, giovedì, alle ore 18 presso l’Edra Palace Hotel si terrà un convegno sul tema: “Sport, disabilità e territorio”; sabato,alle ore 18, si disputerà, invece, una partita amichevole  tra le due nazionali sul parquè dello Sporting Club, mentre nella mattinata di domenica, 4 giugno, alle ore 10,30, sarà dedicata nel cimitero inglese ad una visita e ad una cerimonia di commemorazione dei caduti del Commonwealth.

Si tratta di un evento straordinario che l’assessorato allo Sport ha voluto e perseguito in collaborazione con la Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina, con il supporto organizzativo del Basket Cassino e la disponibilità della struttura dello Sportng Club.

Il sindaco di Cassino, Enzo Salera, ha fatto riferimento ad un precedente evento per affermare che “questa città è attrezzata per ospitare eventi di questo tipo. Non si tratta – ha aggiunto – di cosa di poco conto perché attrezzature adeguate non è che si trovino ovunque. E’ ciò , unito alla disponibilità di imprenditori sensibili, è motivo di vanto e di orgoglio per noi.”. Ha quindi sottolineato il merito che va riconosciuto ai privati “con i quali abbiamo messo la collaborazione al primo posto”, ha concluso.

L’assessora Tamburrini ha rilevato, tra le altre cose, l’importanza dell’incontro che i componenti delle due nazionali avranno con gli studenti mercoledì, soprattutto con quelli delle due scuole ad indirizzo sportivo. “Quindi – ha detto - con persone che tra pochi anni si presuppone  lavoreranno attraverso lo sport”. Ed ha poi aggiunto: “ Dobbiamo con forza continuare a creare occasioni, eventi, contesti, manifestazioni che aiutino “tutti” a crescere nella consapevolezza non solo che la diversità è una ricchezza, ma che compito primario di ciascuno, ad ogni livello e ad ogni settore della società, è quello di contribuire a creare contesti concreti di pari opportunità. Così da garantire a ciascuno la possibilità di fare al massimo il proprio percorso di vita, qualunque sia “il punto” da cui parte”.





Articoli Correlati