Ecco il convegno “XXXI Rapporto Immigrazione 2022. Costruire il futuro con i migranti” all'Università di Cassino

Ecco il convegno “XXXI Rapporto Immigrazione 2022. Costruire il futuro con i migranti” all'Università di Cassino

UNICAS - "Il successo sta nell'accoglienza" così la professoressa Sarnella dell'Ateneo della Città Martire

di Francesca Messina

Si è tenuto ieri il convegno “XXXI Rapporto Immigrazione 2022. Costruire il futuro con i migranti” presso l’Aula Salerno dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Al tavolo dei relatori il dottor Oliviero Forti Ufficio Politiche Migratorie e Protezione Internazionale Caritas  Italiana, il dottor Simone Varisco Responsabile per Migrantes del Rapporto, la professoressa Alessandra Sannella dell’Università degli Studi di Cassino. L’evento è stato moderato dal dottor Luigi Pietroluongo Formatore e coach.  

“Fatti di cronaca di questi ultimi mesi a partire per esempio dalla tragedia di Cutro – ha evidenziato il dottor Oliviero Forti nel suo saluto - ci raccontano un’immigrazione che deve fare i conti con politiche tendenzialmente restrittive. Di fronte a una complessità come quella dei flussi migratori contemporanei, spesso la politica riduce tale complessità a luoghi comuni, non consentendo all’opinione pubblica di comprendere la portata di quello che sta accadendo. Anzi troppo spesso la strumentalizza. Dobbiamo invece attrezzarci adeguatamente anche attraverso la lettura dei rapporti sulla situazione umanitaria dei migranti in transito affinchè si possa entrare nel vivo delle questioni che sono di così stretta attualità, per comprenderne non solo la portata ma immaginare anche delle possibili soluzioni che non sono semplicemente quelle di poter bloccare i flussi in entrata o di aiutare queste persone a casa loro come spesso sentiamo dire. Ma richiedono un approccio molto più articolato che vede corridori umanitari come insediamento ma anche processi di sviluppo nei paesi di origine, soluzioni che nel lunghissimo periodo potranno aiutare e non fermare le migrazioni, ma contribuire a rendere più legale l’immigrazione e costituire un fardello minore per i paesi di accoglienza che oggi si trovano a vivere quotidianamente un’emergenza dopo l’altra. Ecco delle politiche migratorie credibili sono quelle che partendo dagli strumenti esistenti e immaginandone di nuovi potranno davvero governare le immigrazioni contemporanee”.

Don Akuino Toma Teofilo direttore della Caritas Diocesana di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo, dopo la preghiera iniziale, ha portato i saluti del Vescovo Monsignor Gerardo Antonazzo ed ha sottolineato l’importanza della tematica.

Il dottor Simone Varisco Responsabile per Migrantes del Rapporto ha illustrato il lavoro del Rapporto nell’inserimento scolastico, nella criminalità, nella salute e comunicazione.

La professoressa Alessandra Sannella Università degli Studi di Cassino nel suo intervento ha posto l’accento sulla frase “Il successo sta nell’accoglienza” in quanto – ha continuato – dobbiamo costruire un futuro con queste persone che vengono da lontano”.

A margine del convegno è intervenuto il direttore aggiunto della Caritas Diocesana, Maria Rosaria Lauro che ha sottolineato “Mi sono appellata all’accoglienza spiegando che operiamo anche nelle Case Circondariali e spesso abbiamo a che fare con persone che giungono da altri luoghi, che hanno competenze, quindi sono bravi artisti e che spesso si sono “persi”, però ci sono dei buoni presupposti per costruire un futuro con loro. E’ nostro compito saperli accogliere ed inserirli nel mondo del lavoro. Il Rapporto è anche frutto del lavoro svolto dai Centri di Ascolto delle Caritas Diocesane d’Italia e dai Centri di Ascolto della Fondazione Migrantes”.

A seguire l’intervento dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cassino Luigi Maccaro che ha detto che assolutamente bisogna impegnarci a che arrivino ai cittadini notizie in maniera corretta da parte dei mass media senza una “deviazione politica”.





Articoli Correlati