Commemorazione dei Martiri di Collelungo

Commemorazione dei Martiri di Collelungo
di autore Alberto Simone - Pubblicato: 29-12-2020 12:00

VALLEROTONDA - Il sindaco Giovanni Di Meo: "Una strage non più dimenticata. Lavoro incessantemente per alimentare il ricordo, la memoria, la conoscenza di quei tragici fatti"

Ieri sera, lunedì 28 dicembre, si è tenuta la Commemorazione dei Martiri di Collelungo nella Chiesa Santa Maria delle Grazie a Cardito. Come ogni anno, la comunità di Vallerotonda ha voluto commemorare quel tragico evento consumatosi 77 anni fa, giorno in cui l'atrocità umana non ha avuto limiti. Una strage perpetuata nei confronti di 42 civili, anziani, donne e bambini. La più piccola, di appena un mese, il simbolo della strage di Collelungo, la piccola Addolorata.

"Una strage, come ho avuto modo di dire già altre volte - sottolinea il sindaco Giovanni Di Meo - non più dimenticata. Come primo cittadino del Comune di Vallerotonda, al pari di chi mi ha preceduto, insieme all'amministrazione comunale lavoro incessantemente per alimentare il ricordo, la memoria, la conoscenza di quei tragici fatti.

Un impegno, affinché quanto ha vissuto la mia Comunità, sia da esempio e da stimolo, soprattutto per i giovani e per le future generazioni, per la costruzione e il mantenimento di un futuro di pace tra i popoli.

Dopo la Santa Messa in onore dei Martiri di Collelungo, abbiamo depositato un fascio di fiori in ricordo delle 42 vittime, e nei prossimi giorni, precisamente il 4 gennaio prossimo, ci sarà una diretta Facebook curata dagli amici Nino Rossi e Marino Fardelli dell’Associazione Cassino Città per la Pace, per divulgare quanta atrocità fu consumata quel triste giorno di 77 anni fa. 

Una diretta social alla presenza di persone esperte in materia e dello storico Costantino Iadecola autore nel 2006 del libro "Una Strage Dimenticata".

Ringrazio i numerosi concittadini intervenuti, i familiari delle vittime di Collelungo, la Pro loco di Vallerotonda, il parroco Don Costantino, il Luogotenente Teoli del Comando Stazione Carabinieri di Vallerotonda, l'Associazione Nazionale Bersaglieri Sezione di Cardito, il collega Sindaco di San Biagio Saracinisco Dario Iaconelli, i musicisti che con i loro brani hanno reso calorosa e sentita la celebrazione della Santa Messa.

Grazie a tutti gli intervenuti per aver alimentato ancora una volta la fiamma del ricordo e la volontà di aberrare qualsiasi forma di violenza".





Articoli Correlati