Contributi per malati oncologici, Di Mambro vince un'altra battaglia

Contributi per malati oncologici, Di Mambro vince un'altra battaglia
di autore Alberto Simone - Pubblicato: 10-10-2020 12:00

SANITA' - La Asl di Frosinone ha predisposto un avviso pubblico per richiedere un contributo fino a 2.000 euro per i pazienti in attesa di trapianto. Tutto nasce da una legge regionale nata su proposta dell'ex consigliere comunale di Cassino

Carmine Di Mambro

Grazie ad uno fondo apposito stanziato dalla Regione Lazio destinato alle persone affette da malattie oncologiche e a coloro che sono in attesa di trapianto di organi solidi o di midollo, la ASL di Frosinone ha predisposto un Avviso pubblico per richiedere tale contributo (che potrà arrivare fino a un massimo di € 2000), quale segno concreto e tangibile di vicinanza e aiuto a coloro che si trovano in condizioni di disagio per tali situazioni di salute.

La scadenza del bando è prevista per il 31 ottobre prossimo, per cui occorre presentare la richiesta entro tale data, consentendo quindi alla ASL di inviare in Regione le richieste presentate affinchè i contributi possano essere erogati in tempi brevi agli aventi diritto.

Per poter accedere al contributo, occorre presentare la documentazione prevista, tra cui un’attestazione ISEE non superiore a € 15.000,00 (art. 6 del DPCM 159/2013).
Occorre allegare alla domanda l’attestazione del Medico del Centro dove si è in cura per la malattia oncologica e l’esenzione cod. 048 per le persone affette da patologie oncologiche.

Il modello di domanda, accluso all’avviso pubblico, è reperibile sul sito web della ASL 

L'ORGOGLIO DI CARMINE

L'ex consigliere comunale di Cassino non nasconde la soddisfazione. Questa legge è figlia delle sue battaglie. Le tante battaglie che ha fatto, dopo aver vinto quella più importante. E d oggi con orgoglio dunque evidenzia: "La più grande soddisfazione è quella di poter vedere che la mia battaglia a sostegno di malati oncologici è divenuta un qualcosa di concreto da due anni. Questa legge, è la mia legge, perché l'ho fortemente voluta come malato oncologico, è solo l'inizio di un lungo percorso che ha come fine ultimo il rendere meno doloroso e difficile Il calvario di chi suo malgrado si trova a combattere contro il mostro.Grazie per la collaborazione , per l'approvazione, di Loreto Marcelli e Sergio Pirozzi".





Articoli Correlati