Covid, nel Lazio è record di positivi. Prorogato lo stato di emergenza. Ecco il nuovo decreto

Covid, nel Lazio è record di positivi. Prorogato lo stato di emergenza. Ecco il nuovo decreto
di autore Redazione - Pubblicato: 07-10-2020 12:00

CRONACA - Ben 357 nuovi casi oggi in Regione, 100 riguardano le Asl di Frosinone e Latina. Scatta l'obbligo di mascherina all'aperto e al chiuso in tutta Italia fino al 15 ottobre. Esentati i bambini al di sotto dei 6 anni e coloro che hanno patologie incompatibili

Il numero più alto dall'inizio della pandemia: su 12.000 tamponi oggi nel Lazio si registrano 357 casi e di questi 145 a Roma, 6 i decessi e 61 i guariti. Preoccupa la situazione nella Asl di Latina. "Stiamo lavorando - dice l'assessore alla sanità Alessio D'Amato - per il raddoppio dei drive-in: l’aeroporto di Guidonia, Monterotondo Scalo, Priverno, Aprilia, Gaeta, Pomezia, oltre al nuovo drive del Pertini e a quello che è già partito a via Odescalchi (Asl Roma 2), a Tor Vergata presso la grande area utilizzata durante il Giubileo e in altre aree che si stanno valutando. Sono state già consegnate 400 mila dosi del vaccino antinfluenzale ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta".

Quasi un terzo dei casi odierni della Regione riguardano il Lazio Meridionale: nella Asl di Latina sono sessanta i casi e di questi nove hanno un link con un cluster nella struttura ‘Città di Aprilia’ dove è in corso l’indagine epidemiologica e venti sono i casi con link familiare o contatto di caso già noto. Nella Asl di Frosinone si registrano quaranta casi e si tratta di due casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione e trentacinque casi isolati a domicilio.

LA STRETTA DEL GOVERNO

Il Governo proroga dunque lo stato di emergenza al 31 gennaio 2021 e nel nuovo decreto è previsto l’uso della mascherina obbligatorio in tutta Italia all’aperto e al chiuso, anche se con alcune eccezioni. Il decreto del governo — che ha seguito le indicazioni formulate dal Comitato tecnico scientifico — prevede comunque che i cittadini £devono averla sempre con sé". Sono esentati solo i bambini al di sotto dei 6 anni e coloro che possono avere patologie incompatibili con l'uso della mascherina. In macchina si può non indossare la mascherina se si è da soli o con i congiunti. Se a bordo si trasportano persone anche familiari ma non conviventi bisogna invece indossarla.

Il decreto del presidente del Consiglio, il cui iter si era inceppato per via delle troppe assenze a Montecitorio connesse con il virus, resta valido fino al 15 ottobre, "e comunque non oltre". La novità è "l’obbligo di avere sempre con sé un dispositivo di protezione delle vie respiratorie" e di indossarlo "nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, e in tutti i luoghi all’aperto allorché ci si trovi in prossimità di altre persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli anti-contagio previsti per specifiche attività economiche, produttive e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande".





Articoli Correlati