Itis, concorso “idee progettuali”. Premiati i vincitori: al primo posto “Casa domotica 4.0”

SCUOLA – Dopo la Settimana della Tecnologia e della Ricerca Scientifica, nei giorni scorsi la cerimonia e la consegna dei premi al ‘Majorana’ di Cassino: Presente anche il sindaco Enzo Salera

Si è tenuta nei giorni scorsi all’Itis ‘Majorana’ di Cassino la premiazione dei vincitori del concorso di Idee promosso nell’ambito della VII edizione – Settimana della Tecnologia e della Ricerca Scientifica. A classificarsi al primo posto il progetto “Casa domotica 4.0” composto da un gruppo misto di studenti delle classi III sez. A/B/C indirizzo Informatica. In seconda posizione gli studenti della classe IV sez. A indirizzo Elettrotecnica con una particolare proposta progettuale “Smart green house”. Al terzo posto il progetto green “Riciclo fondi di caffè” proposto dagli studenti della classe IV sez. A indirizzo Biotecnologie sanitarie.


Tutti interessanti e ben realizzati gli altri progetti presentati: Acquario intelligente, Go kart fotovoltaico, Certificazione energetica edificio scolastico, Videogioco educativo: impariamo a differenziare, RBP: robotic brain prototype.

Un meritato ringraziamento a tutti gli studenti e ai loro tutor didattici proff. Rossella Patraccone, Paola Mariani, Mirella Persichetti, Diego VIolo, Franco D’Aguanno, Donatella Cipriani, Antonio Palazzo e Francesca Franzese. Creatività, impegno, conoscenze e competenze gli ingredienti della competizione che ha messo in evidenza la passione e le professionalità di tutti i partecipanti.

IL PROGETTO VINCENTE

Inirizzo Informatica – tutor didattico prof.ssa Patraccone Rossella, prof.ssa Persichetti Mirella
Casa domotica 4.0 è una casa totalmente ecosostenibile alimentata con energie rinnovabili (solare, eolico) e dotata di batteria di accumulo con controllo remoto dei parametri ambientali attraverso interfacciamento in WiFi ad Arduino Cloud. Da remoto è possibile monitorare temperatura, umidità, livello di rumorosità interno, livello riempimento/svuotamento serbatoio di accumulo, controllo remoto luminosità e tapparelle e soprattutto efficienza di generazione impianto di produzione dell’energia. L’obiettivo futuro sarà replicare l’esperienza in ambienti ostili (siti con sostanze tossiche e/o nocive) dove la presenza dell’operatore non è consentita in modo da tenere sotto controllo determinati parametri importanti da remoto.

Alla manifestazione hanno partecipato il sindaco dott. Enzo Salera, il presidente “BCC Terrà di lavoro San Vincenzo de’ Paoli” dott. Roberto Ricciardi, Prof. Francesco Iacoviello Prorettore UNICAS, Dom Luigi Di Bussolo Presidente Fondazione San Benedetto.
Appuntamento alla prossima edizione della Settimana della Tecnologia – Gennaio 2024.