Mazzaroppi prende il volo con lo storico aeroporto di Aquino

REGIONALI – Il candidato del Pd e sindaco del paese sottolinea: “Può essere uno strumento per il rilancio di tutto il territorio provinciale, non solo per quello cittadino”

“Lo storico aeroporto di Aquino può essere uno strumento per il rilancio di tutto il territorio provinciale, non solo per quello cittadino. Una idea di sviluppo per offrire a quest’area una alternativa rispetto a quella che è al momento la sua vocazione, ovvero l’automotive. Un settore a cui dobbiamo tanto, a cui dobbiamo essere grati, su cui dobbiamo continuare a profondere le nostre migliori energie, ma che non può rappresentare l’unica strada”.

Libero Mazzaroppi, candidato al Consiglio Regionale del Lazio nella lista del Partito Democratico, non ha dubbi e promette che, una volta in Regione, continuerà a lavorare con forza su un progetto cui crede fermamente e sul quale, in questi anni, ha fatto convergere l’interesse di tanti enti ed istituzioni diversi, nella convinzione che si tratti di un’occasione per il territorio, ben al di là del confini comunali o dei centri limitrofi.

“In questi anni mi sono battuto molto per far sì che questo aeroporto assumesse una connotazione diversa e siamo vicini alla meta. Mi sono confrontato con i sindaci del territorio, mi sono battuto in provincia ma soprattutto all’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, per fare in modo che iniziassero a vedere quest’area in maniera diversa. E ci siamo riusciti. A metà dello scorso anno infatti quest’area è stata inserita nell’elenco dei 19 siti da sviluppare e da riqualificare.

Aspettiamo con ansia questo momento perché siamo certi che darà una prospettiva di sviluppo diversa a questo territorio, che inesorabilmente è legato alla fiat e al suo indotto. Questa sarà una nuova crescita, una nuova idea: qui si potrà volare a livello turistico e sportivo, si potrà fare formazione e noi puntiamo molto sulla scuola dei simulatori di volo.

Dopo tutto il lavoro fatto in questi anni, siamo certi che potremo concretizzare presto un sogno perché noi crediamo che questo progetto, in un’ottica di sviluppo sostenibile, si cali perfettamente in questa zona, anche dal punto di vista ambientale. In Regione, la prima cosa che farò è riportare all’attenzione della giunta regionale e del governo questa iniziativa che è tra le più efficaci per dare crescita e sviluppo nel rispetto dell’ambiente”.