Racconti e Poesie del weekend – “Cassino zampilla”

RUBRICHE – Oggi Francesca Messina ospita la poesia di Franco Delicata di Atina

Cassino zampilla

Acqua come grappoli colorati di allegre note danza,

zampillano i folletti maliziosi, amano rincorrersi.

Gareggiano,

per arrivare per primi a graffiare le stelle.

E’ la loro preghiera!

Giocano bambini chiassosi

con le loro scarpe luminose,

tenuti per mano da madri premurose.

Di giorno,

una panchina al sole accoglie un pensionato

che legge il suo giornale.

Il venditore di palloncini

gonfia le sue chimere.

Poco più in là, nascosti fra la gente,

due innamorati intrecciano parole e baci.

Quando la luna, accesa per intero,

illumina quel campanile,

gli zampilli si afflosciano stanchi e spariscono.

Ma un’altra vita sotterranea continua.

Un altro pullulare di suoni e di vita,

un microcosmo perfettamente regolato dall’acqua,

dagli gnomi e piccoli animali che scavano,

bevono, rosicchiano.

Passa un gatto randagio miagolando alla luna.

Cammina regale sugli sbuffi ormai spenti.

Ondeggia lento il suo soffice passo ed io…

lo seguo nel suo peregrinare

senza una meta.

….Riusciranno gli zampilli

a prendere il volo nel cielo

della nostra fantasia?

Franco Delicata (Atina)