Dalla Regione c’è l’ok alle nuove direttive per il vincolo idrogeologico

IL FATTO – Soddisfatto il presidente della Provincia Antonio Pompeo: “Ascoltate e accolte le nostre richieste”

La Regione Lazio ha approvato le nuove direttive sulle procedure legate alla concessione del nulla osta per il vincolo idrogeologico. Le recenti disposizioni sono frutto del tavolo di confronto chiesto dalle Province del Lazio e dalla Città Metropolitana di Roma alla Regione nei mesi scorsi, al fine di adeguare il quadro normativo regionale e uniformare i procedimenti autorizzativi su tutto il territorio regionale. E questo in un momento, peraltro, di forte incremento di istanze pubbliche e private in ragione delle misure di agevolazione fiscale per l’edilizia privata (bonus 110%) e dell’attuazione del Pnrr.

Una vicenda sulla quale la Provincia di Frosinone non ha mai abbassato la guardia e che ora ha trovato accoglimento in Regione, grazie anche a un rapporto di proficua, costante e operativa collaborazione, avviato dall’Amministrazione Pompeo e rimarcato recentemente con il vicepresidente Leodori sulla necessità di valorizzazione delle Province.

 Il provvedimento regionale, approvato con la DGR n.920/2022  semplifica l’iter, riordina la disciplina del settore e fa chiarezza sulle competenze dei Comuni, Provincia e Regione. La novità principale è legata alle modalità di presentazione delle istanze di nulla osta, che dovrà pervenire non dai privati ma dalle amministrazioni comunali territorialmente competenti.

“Snellire, velocizzare e sburocratizzare – è il commento del presidente Pompeo – sono obiettivi fondamentali dell’azione avviata dalla Provincia per rendere più efficiente il proprio impegno amministrativo ma anche e soprattutto per consentire, attraverso procedure semplificate, un concreto rilancio del nostro territorio. E questo non solo alla luce delle nuove opportunità rappresentate dal Pnrr ma anche alla luce delle misure in atto che incentivano la ripresa dell’edilizia e l’insediamento di nuove realtà produttive. Il tutto – conclude Pompeo – sempre nell’ottica del rispetto dell’ambiente, che resta comunque la priorità dell’agenda della Provincia, impegnata a garantire la diffusione della cultura dell’ecosostenibilità e dell’economia circolare”.

“L’intervento della Regione Lazio in questo ambito – aggiunge il vicepresidente e delegato all’Ambiente, Alessandro Cardinali – premia la tenacia delle Province e rafforza l’azione del presidente Pompeo sul territorio, improntata costantemente al dialogo fattivo con le amministrazioni locali per dare risposte concrete alle esigenze della collettività”.