Carmine Di Mambro interviene sulla grave situazione ambientale in provincia di Frosinone

SANITA’ – L’ex consigliere comunale: ” I dati inerenti il Registro Tumori infantili sono la prova provata del fatto che l’incidenza di gravi malattie in provincia di Frosinone è particolarmente presente lì dove da anni segnaliamo uno stato di degrado ambientale vergognoso”.

L’inchieste giornalistiche pubblicate, in questi giorni, da autorevoli giornali online non fanno altro che fare emergere ancora una volta la grave situazione ambientale in provincia di Frosinone e l’esigenza da parte di tutti i cittadini di conoscere in tempo reale i dati aggiornati del Registro Tumori. I dati inerenti il Registro Tumori infantili sono la prova provata del fatto che l’incidenza di gravi malattie in provincia di Frosinone è particolarmente presente lì dove da anni segnaliamo uno stato di degrado ambientale vergognoso. Alla luce della pubblicazione dei dati, allarmanti, del Registro Tumori infantile abbiamo il diritto di sapere i dati ufficiali di questo strumento della provincia di Frosinone. Per capire, soprattutto, quali provvedimenti adottare nelle zone con maggior incidenza.
Vogliamo capire se il problema della pubblicazione dei dati è dovuto a l’unità funzionale della asl di Frosinone, che continua a lavorare sotto organico (2 persone invece di 6 come da delibera n. 2075 del 24/11/2017), oppure dipende dal DEP di Roma. In questo caso il dg Asl di Frosinone, dottor Aliquò, deve darci delle risposte in merito a questo ritardo.
Negli ospedali romani, e in quelli della nostra provincia, i casi affetti da neoplasie è in continuo aumento, i cittadini hanno il diritto di sapere dove sono più concentrate le incidenza tumorali e che cosa le provaca, per poter agire il prima possibile.


Ecco, il Registro Tumori è anche, e soprattutto, questo: avere una mappatura precisa e dettagliata della malattia. Sapere quale sono le zone a maggior rischio per quella determina neoplasia e sapere se ci sono fattori esterni che incidono su determinati tumori. Certo, il registro non è la cura ma è necessario per capire le varie neoplasie sul territorio di Frosinone. Si potrebbe mettere in relazione le patologie con gli agenti inquinati presenti.
In tutto questo tempo siamo stati in silenzio, pur sapendo che le persone continuano ad ammalarsi e a morire, per dare la possibilità agli organi competenti di lavorare con tranquillità per la raccolta e pubblicazione dei dati, adesso il tempo e la pazienza sono scaduti abbiamo bisogno di risposte concrete.
Questa non è una battaglia politica ma la battaglia contro un male spietato che non conosce colori e bandiere.