Vaccino bivalente adattato alle varianti: la Asl di Frosinone è pronta

IL BOLLETTINO – Ecco le sedi e gli orari per le somministrazioni nelle sedi della Ciociaria. Covid, oggi si registra un decesso: una donna di 89 anni di Boville Ernica.

Agende già attive in tutti i centri della Asl di Frosinone per la somministrazione del Omicron BA4-BA5. E’ fortemente raccomandato esclusivamente per le dosi booster e second booster rivolte alle seguenti categorie:

  • Soggetti di età uguale o superiore ai 12 anni che presentano elevata fragilità patologie concomitanti o preesistenti
  • tutti i soggetti di età uguale o superiore ai 12 anni che ne facciano richiesta, a prescindere da fragilità e categoria.
  • Soggetti  di età uguale o superiore ai 60 anni
  • Operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziale per anziani
  • Donne in gravidanza.

Il vaccino di nuova formulazione NON può essere utilizzato per il ciclo di base (I e II dose)  e viene somministrato con un intervallo di 120 giorni dalla data dell’ultima dose o dalla data dell’avvenuta infezione (tampone positivo).

La somministrazione del nuovo vaccino può avvenire presso:

  • i Centri Vaccinali della ASL
    • con prenotazione online sul sito regionale dedicato all’indirizzo: https://www.salutelazio.it/campagna-di-vaccinazione-anti-covid-19
    • in accesso diretto
  • il Medico di famiglia
  • le Farmacie

Gli orari e le sedi dei Centri Vaccinali ASL vengono di seguito riportati:

  • P.O. San Benedetto Alatri: merc. e  ven. 8.30-12.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. F. Spaziani Frosinone: lun.- mart.- giov – sab. 8.30-13.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. SS Trinità Sora: mart.- giov.- sab. 8.30-12.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. Santa Scolastica Cassino: lun. – merc. – ven. 14.00-18.00 (solo adulti)
  • UOS CAV Cassino: mer. 12.00-16.00, giov. – ven. 12.00-14.00 (solo pediatrico)
  • Casa della Salute Pontecorvo: lun. – mar. – merc. 8.30-11.30 (adulti e pediatrico)

L’appello della responsabile del Coordinamento delle attività vaccinali, Dott.ssa Maria Gabriella Calenda

Con l’arrivo del periodo autunno-inverno sta diminuendo la possibilità di vivere all’aperto e le occasioni di permanenza nei luoghi chiusi sono maggiori. Dal 1 ottobre decade anche l’obbligo di indossare le mascherine sui trasporti pubblici e negli ospedali, fatta eccezione per gli operatori sanitari, questo rappresenta un fattore di rischio contagio maggiore in un periodo nel quale contemporaneamente circolano anche i virus influenzali e stagionali.

Pertanto, gli over 60, i soggetti fragili over 12, gli ospiti di Strutture assistenziali, gli operatori sanitari e le donne in gravidanza ma anche gli over 12 che lo vorranno, non esitino a ricevere la quarta dose dei vaccini attualmente a disposizione che offrono una grande opportunità di rinforzo della risposta immunitaria contro il virus e le sue varianti, con particolare protezione rispetto alle complicanze gravi della malattia”.