Stellantis, dopo l’incidente in fabbrica montano le polemiche

SINDACALE – Una lavoratrice è rimasta ferita alla spalla. La Fiom va all’attacco: “La sicurezza sul lavoro non può essere uno spot utilizzato a seconda delle stagioni. L’episodio di ieri al fabbricato 7 poteva avere conseguenze ben più gravi”

Incidente sul lavoro in Fca Cassino Plant: a finire in ospedale, ieri mattina, è stata una lavoratrice addetta al controllo qualità. Il sinistro si è verificato al reparto 7: un carrellista, per cause in fase di accertamento, ha investito l’operaia che è rimasta ferita ad una spalla. Sul posto i sanitari del 118: la donna è stata trasferita all’ospedale Santa Scolastica in condizioni non gravi.

Il giorno dopo l’incidente, sebbene non grave, in fabbrica si leva il grido d’allarme dei sindacati. In particolare modo, ad accendere i riflettori sulla questione della sicurezza in fabbrica, è la Fiom-Cgil che con i suoi attivisti e rappresentanti dei lavoratori spiega che “la sicurezza sul lavoro non può essere uno spot utilizzato a seconda delle stagioni”.

Argomenta la Fiom: “Non può essere sempre e solo la disattenzione a causare questi episodi, sono soprattutto le condizioni precarie dei lavoratori a fare la differenza. L’episodio di ieri avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori. Chiediamo a chi di dovere una piena presa di responsabilità dell’organizzazione logistica. Già più volte avevamo segnalato all’azienda le condizioni in cui versa il fabbricato 7, chiedendo di aumentare le misure di sicurezza”.