“Puntare sulle capacità e le competenze dei giovani per costruire il futuro”

ELEZIONI – Ne è convinto il candidato del centrosinistra al collegio uninominale del Senato, Sergio Messore. Che poi aggiunge: “Continuare ad investire in Sanità è un atto necessario non più rinviabile. La destra vuole tornare indietro”

“Puntare sui giovani che sono il valore aggiunto del nostro sistema paese . È una priorità del centrosinistra che mi onoro di rappresentare in questa campagna elettorale”

A parlare Sergio Messore, candidato al senato nel collegio Frosinone – Latina., Impegnato questa mattina in un volantinaggio al mercato settimanale a Cassino con i giovani democratici.

“Per i giovani – afferma Messore – vanno adottate misure che li portino a realizzarsi nella vita e professionalmente. Nel programma che stiamo divulgando in questo giorni, ci sono le proposte concrete affinché in Italia si abbassi la media del tasso dei Neet, che deve adeguarsi a quella europea, innalzando il numero dei laureati, con l’autonomia economica e con percorsi formativi e professionali adeguati.

Occorre in sostanza ridurre il gap culturale e la mancanza di una strategia di sistema che sono  freni che penalizzano oltremisura lo sviluppo professionale dei nostri giovani talenti.

È necessario investire  sulle nuove generazioni stanziando le giuste risorse.  Il tessuto economico, sociale e istituzionale della province di Latina e Frosinone,  costituiscono le basi solide su cui costruire una risposta collettiva, un nuovo patto sociale capace di non lasciare indietro chi è più in difficoltà e, al contempo, stimolare la crescita di una comunità di area vasta,  innovativa e orientata al futuro”.

IL CAPITOLO SANITA’

“Investire in sanità, non interrompendo la stagione delle riforme in atto, come quella della medicina e assistenza territoriale e dell’attuazione del PNRR che per la sanità vale 20 miliardi di euro, è necessario ed indispensabile”. Non nutre dubbi il candidato del centrosinistra al Senato, nel collegio Frosinone-Latina, Sergio Messore intervenuto, insieme alla candidata alla Camera, Rita Visini, a Terracina. In loro sostegno l’assessore alla sanità Alessio D’Amato. Focus dell’incontro proprio la sanità.

Il Pd continuerà a promuovere il diritto alla salute di tutte e di tutti, rafforzando il Servizio Sanitario Nazionale e potenziando la medicina del territorio. Nel vivo della pandemia sono state fatte scelte in chiara discontinuità con le politiche degli ultimi quindici anni, anzitutto, aumentando il Fondo Sanitario Nazionale di 10 miliardi di euro in soli tre anni.

Bisogna continuare ad investire e chiudere definitivamente la stagione dei tagli, avviata in Regione Lazio dalla destra. Ricordo a tutti, ad esempio, che l’ospedale di Pontecorvo fu chiuso quando in regione c’era la Polverini.

Con il Covid il Lazio è stato un modello da seguire, il governo di centrosinistra ha fatto la differenza; siamo usciti da un periodo di commissariamento in sanità per una esposizione debitoria di Asl e ospedali pubblici, generata dalla destra. Ora che la rotta è stata tracciata non si può tornare indietro. Noi ci saremo sempre tra i cittadini per raccogliere le loro istanze, ma occorre uno sforzo di cuore in più e sicuramente raccoglieremo un grande risultato”.

Lo dichiara Sergio Messore candidato del centrosinistra al Senato, Collegio Frosinone-Latina.