Il grande cuore di Ceccon: il pozzo in Togo si farà

IL FATTO – Tanti i fedeli che hanno acquistato il libro del fotografo di Cassino dedicato alla Madonna dell’Assunta. Alcune copie sono state donate anche all’ospedale “Santa Scolastica”. I proventi andranno in beneficenza per un progetto rivolto ai bisognosi. Ecco di cosa si tratta

Il fotografo Alberto Ceccon ha dato alle stampe il suo primo libro: “Maria SS.ma Assunta nel viaggio a Cassino tra peregrinatio e incoronazione”. Il volume è stato presentato nel mese di dicembre in Comune a Cassino, alla presenza del sindaco Enzo Salera e del vescovo Gerardo Antonazzo.

A moderare il dibattito è stata la collega Paola Polidoro. Presente in sala Restagno anche l’ex sindaco Carlo Maria D’Alessandro che ha scritto la prefazione del libro. Al suo fianco l’avvocato Lino Pulga che ha firmato la presentazione del volume e che il 14 e il 15 agosto, insieme ad Alberto Ceccon ha presenziato al banchetto per la vendita del libro.

Si tratta di un fotolibro dedicato alla Madonna dell’Assunta. Un viaggio tra le immagini per una peregrinatio nella devozione guidati dagli scatti che negli anni il fotografo ha colto con il suo obiettivo ai piedi della Madonna. Il ricavato sarà utilizzato per realizzare progetti umanitari, sociali e a misura di studente affinché l’Assunta arrivi nei cuori di chi è vicino e lontano”.

In questi mesi sono stati molti i fedeli che hanno voluti acquistare una copia del libro. Il 14 e 15 agosto in occasione dell’incoronazione della Madonna dell’Assunta, dinanzi la chiesa Madre è stato allestito un banchetto e sono state vendute altre copie del libro. “Sono rimasto molto soddisfatto della vendita del fotolibro” commenta Ceccon che rende poi noto come altre copie del libro sono state donate in beneficenza in vari reparti dell’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino per distribuirle ai pazienti.

Argomenta l’autore del libro: “Il mio sogno è di poter fare in modo che ogni bimbo abbia la possibilità di bere acqua pulita. Che non sia costretto ad affrontare lunghi e impervi viaggi per raccogliere una brocca di acqua sporca da condividere con la famiglia. L’acqua è vita e non deve mancare. Ed è per questo che il progetto principale legato al fotolibro è un pozzo in Togo. Un altro obiettivo importante legato al mio libro sarà la donazione di carrozzine adeguate per poter permettere a ragazzi, giovani e meno giovani di poter praticare il basket, perché la disabilità non deve mai rappresentare un limite”

I fondi ci sono e se anche non saranno sufficienti quelli ricavati dalla vendita del libro, Ceccon assicura che il pozzo in Togo si farà!