Emergenza cinghiali, Picano attacca la regione Lazio: “Indennizzi insufficienti”

CRONACA – Il vice coordinatore provinciale di FdI Gabriele Picano incalza: “La Giunta Zingaretti dovrebbe attivarsi per dotare gli utenti che hanno subito danni di un autonomo capitolo di bilanci,o vista la frequenza dei sinistri”

“Gli indennizzi previsti dalla Regione Lazio inerenti i danni da fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali sono miseri ed insufficienti. La Regione Lazio non ha più previsto un fondo all’uopo dedicato per risarcire i tanti automobilisti o proprietari terrieri le cui coltivazioni sono state saccheggiate dai cinghiali in questi anni con perdite vistose. Ne’ in questi cinque anni sono stati fatti interventi significativi dagli eletti del nostro territorio per cambiare questo tipo di politica tesa a disincentivare gli utenti che hanno subito danni nell’avanzare istanze istanze risarcitorie”.

A parlare è il vice coordinatore provinciale di FdI Gabriele Picano, che incalza: “Non è possibile che la Regione Lazio si affidi ad un broker che deve valutare il presunto danno con tempi biblici senza mai pervenire ad un’offerta adeguata verso colui che ha subito un sinistro ad opera dei cinghiali. La Giunta Zingaretti dovrebbe attivarsi per dotare gli utenti che hanno subito danni di un autonomo capitolo di bilancio vista la frequenza dei sinistri in modo da rispondere ad un’emergenza che è ormai diventata cronica per il nostro territorio”.