Caldo torrido, sos nei cantieri. Precauzioni per evitare infortuni

ECONOMIA – A lanciare il monito è il segretario della Filca-Cisl di Frosinone Giustino Gatti

“Si eviti nei cantieri di mettere a rischio la salute dei lavoratori per il troppo caldo. Nei periodi di caldo torrido come quello di questi giorni che sta attanagliando la nostra provincia e tutto il Paese, il Ministero della salute sconsiglia di uscire di casa, quindi si devono mettere in campo tutte le precauzioni per evitare infortuni all’interno dei cantieri e in tutti i luoghi di lavoro”.

A lanciare l’allarme è il segretario della Filca Cisl di Frosinone, Giustino Gatti, che argomenta: “L’organizzazione del lavoro nei cantieri deve tener conto dei cambiamenti climatici in atto, per salvaguardare il benessere, la salute e la sicurezza dei lavoratori. Bisogna fare di tutto per evitare che le alte temperature, che persistono ormai da diversi giorni, si traducano in infortuni anche gravi per i lavoratori, che per molte ore si trovano a lavorare in altezza e sotto il sole”.

Conclude il sindacalista: “Si chiede, dunque, una grande responsabilità da parte delle aziende e, per quelle ancora che non lo avessero fatto, di riorganizzare l’attività in cantiere: rimodulare l’orario di lavoro, creare delle aree d’ombra, prevedere delle pause, mettere a disposizioni integratori di sali minerali e, nei giorni più caldi, prevedere anche il fermo del cantiere stesso. In questi giorni, come Filca Cisl, siamo impegnati nei cantieri e in tutti i luoghi di lavoro a sensibilizzare la riorganizzazione del lavoro per far fronte al caldo torrido”.