Un grande successo l’ottava edizione della “Stozza Cassinese”. Il vincitore è “l’americano”

EVENTI – L’evento dell’Associazione culturale ‘Vecchia Cassino’, presieduta da Antonio Marzocchella ha visto la partecipazione di gruppi di visitatori provenienti dal Belgio e Israele, ma anche da diverse parti d’Italia come la Brianza e la Capitale

Se fino a qualche giorno fa la ‘Stozza cassinese’ era amata soltanto dalla città, da domenica scorsa ha conquistato anche i turisti internazionali presenti in abbazia. L’ottava edizione ha visto la partecipazione di gruppi di visitatori provenienti dal Belgio e Israele, ma anche da diverse parti d’Italia come la Brianza e la Capitale.

L’evento, firmato dall’associazione culturale ‘Vecchia Cassino’, presieduta da Antonio Marzocchella, è uno degli appuntamenti più attesi ed amati dai cassinati perché, oltre a far riscoprire le tradizioni dei nostri nonni, rappresenta un incontro tra famiglie all’insegna dell’aggregazione e dell’amicizia. L’edizione 2022 ha superato ogni più rosea aspettativa sia per il numero delle ’stozze’ presentate sia per il numero dei partecipanti, tra cui, un gruppo di camminatori provenienti dal Belgio che, solo il giorno prima, avevano raggiunto l’abbazia percorrendo il Cammino di San Benedetto da Norcia a Montecassino.

A loro si sono aggiunti una comitiva di giovani israeliani e alcuni amanti della bicicletta arrivati dalla Brianza. Tutti si sono uniti alla mega comitiva cassinate per assaporare le eccellenze locali. La ‘stozza’ è una manifestazione concepita come momento conviviale per celebrare la tradizione e assaporare i panini dei nonni in chiave moderna.

“L’appuntamento – sottolinea Antonio Marzocchella – vuole rievocare i piatti di una volta, la sua frugalità”. La ‘stozza’ è il panino realizzato con il filone o la pagnotta di pane farcito con pietanze e ingredienti semplici, che i lavoratori del pre e post-guerra consumavano come pranzo sul posto di lavoro: nei campi, nelle fabbriche e nei cantieri.

Ad assaporare e a decretare la stozza più originale una giuria, denominata ‘i saggi per gli assaggi’. Quest’anno a ricoprire il ruolo di giurato, in località San’Antonio Abate a Montecassino, sono stati: Franco Ricciuti (saggio senior), Barbara Di Rollo, Anna Rita Buffardi, Vincenzo Formisano, Ino D’Alessandro, Carlo D’Alessandro, Marco Casali, Pietro Maurizio Fino, Bruno Mignanelli.

Dopo aver degustato assaggi di ben dodici stozze, i saggi hanno annunciato che la vincitrice dell’edizione n. 8: la stozza ‘L’americano’ preparata da Freddy Gennari. Gli altri partecipanti sono stati: Rita Lucia, Pino Valente, Pierluigi Daniele, Lucia Marzocchella, Remo Fiorentino, Giuseppina Gradini, Roberto De Santis, Giampaolo Amodio, Angelo Tomasso, Matteo Marzocchella, Enrico dell’Osteria La Brunella.

“Ringrazio la squadra di volontari dell’associazione ‘Vecchia Cassino che ha collaborato alla riuscita della giornata, impreziosita, tra l’altro, dal suono delle zampogne di Alvito. Il mio grazie va agli amici e soci fondatori Rosario Iemma, Marcello Bruni, Adriano Comarca, Roberto Lillo, Luciana Ferrari, Fabiola Arti, Monica Schifano, Maurizio Oliva e Pino Valente” ha commentato il presidente Marzocchella.