“Occorre un Piano Industriale ed Energetico serio”

ECONOMIA – Si è riunita oggi la nuova Segreteria della UILM Frosinone eletta dal Congresso provinciale del 10 giugno: ecco cosa è emerso

Oggi 16 giugno 2022 si è riunita la nuova Segreteria della UILM Frosinone eletta dal Congresso provinciale del 10 giugno. Nel corso dell’incontro erano presenti i Segretari Dayana Pede, Claudio Corona, Amedeo Berardi e Gennaro D’Avino, il Segretario generale UILM Frosinone Amaido Musto e il Coordinatore Regionale UILM del Lazio Francesco Giangrande.

È stata fatta la disanima della situazione territoriale ed è stato approfondito quanto esposto nel documento politico finale del Congresso Provinciale UILM Frosinone. All’unanimità si ritiene che la UILM esca rafforzata dalla nomina di Giangrande a coordinatore Regionale UILM del Lazio.

Il Segretario generale ha innanzitutto individuato il nuovo assetto organizzativo della UILM Frosinone che già dai prossimi giorni verrà implementato. Occorre in questa fase mettere in campo il proprio senso di appartenenza e di responsabilità ed avere obiettivi chiari e di immediata realizzazione. Le competenze di cui dispone la UILM Frosinone consentono tempestività e adeguatezza necessari.

La UILM ritiene fondamentale focalizzare l’attenzione sulla Formazione, in ogni sua accezione, sul recupero dei salari reali, sulla sicurezza nei posti di lavoro. Questi obiettivi sono raggiungibili ma occorre un Piano Industriale ed Energetico serio. Non si può continuare con strumenti di sovvenzioni che, pur dando un limitato sollievo alle Lavoratrici e ai Lavoratori, sono purtroppo approssimativi e rappresentano una dispersione di energie; sono indispensabili scelte condivise e coraggiose per trascinare l’intero comparto fuori dalla crisi in atto.

La Segreteria ha condiviso le proposte emerse dai suoi componenti; in particolare in tema di Servizi. Già dai prossimi mesi pertanto, la UILM sarà organizzata per fornire e potenziare in tutte le sue strutture, i servizi di qualità, soprattutto perché rappresentano il punto di incontro con le Lavoratrici e i Lavoratori. Il Segretario generale ha indicato le linee guida indispensabili:

1.   Ascolto

2.   Resilienza

sono le parole chiave per un’azione sindacale importante che consenta di governare le transizioni in atto senza farci travolgere dai cambiamenti.