Asl, arriva Aliquò. Finisce l’era della D’Alessandro

IL BOLLETTINO – Oggi la conferenza con D’Amato, il neo Dg incassa i complimenti di Buschini. Covid: ricoveri al minimo, ma la curva dei contagi ancora non si spezza. Ecco tutti i numeri

Nessun decesso e ricoveri al minimo: oggi se ne contano 22 in Ciociaria. Il Covid in provincia di Frosinone fa decisamente meno paura, ma la curva dei contagi ancora non si piega: oggi sono stati effettuati quasi mille tamponi e 144 sono risultati essere positivi. In aumento, però, è anche il numero dei guariti: nelle ultime 24 ore i negativizzati sono risultati essere 166.

Intanto oggi alla presenza dell’assessore regionale Alessio D’Amato, si è tenuta a Frosinone la conferenza stampa ufficiale per la presentazione del neo direttore generale della Asl Angelo Aliquò che va dunque a prendere il posto di Pierpaola D’Alessandro.

“A guardare il curriculum del nuovo direttore generale della ASL si resta sorpresi nel leggere le sue innumerevoli esperienze e questo mi aveva già colpito positivamente.Ascoltando il suo intervento oggi, durante la conferenza stampa di presentazione, non si può evitare di notare il suo entusiasmo, la competenza e l’amore verso il suo lavoro” dice il consigliere regionale Mauro Buschini.

Prosegue l’ex presidente del Consiglio regionale: “Idee chiare, concretezza e grande disponibilità. Nel suo Intervento ha messo in luce il lavoro fatto in questi anni dalla dottoressa Pierpaola D’Alessandro e da tutto lo straordinario management che ha affrontato gli anni del Covid. Come ha affermato direttore Angelo Aliquò ora si apre un periodo di grandi investimenti, per continuare a migliorare la nostra sanità, apparecchiature e infrastrutture, personale, portare a termine la costruzione delle strutture programmate con il Pnrr, case ed ospedali di comunità, che potranno portare soluzione per liste d’attesa e pronto soccorso.

Un grazie all’assessore Alessio D’Amato che ha indicato senza esitazione la via del riconoscimento di Dea di II livello allo ”Spaziani” di Frosinone, non sulla carta, ma con il personale e le apparecchiature necessarie. Grazie ancora a Pierpaola D’Alessandro, Simona Carli ed Eleonora Di Giulio per quello che hanno fatto e faranno per questa terra”.