Cassino, ordigno bellico rimosso dagli artificieri

CRONACA – È stato fatto brillare in una cava di Sant’Elia con l’ausilio degli agenti della polizia locale

L’ordigno bellico rinvenuto questa mattina nella centralissima piazza Diamare, a Cassino, è stato rimosso nel pomeriggio (LEGGI QUI: Sospetto ordigno bellico, centro di Cassino off limits).

Sono stati gli artificieri giunti dalla Capitale poco dopo le 16 ad identificare il tipo di ordigno bellico. Lo hanno quindi prelevato e, scortati dagli agenti della polizia locale di Cassino lo hanno portato nella vicina cava nel comune di Sant’Elia Fiumerapido per farlo brillare. Alle operazioni ha preso parte anche il sindaco Enzo Salera. Si tratta del cosiddetto Panzerfaust (in tedesco: Pugno Corazzato): non era un lanciarazzi bensì un piccolo ma efficacissimo lanciagranate utilizzato contro i carri armati.

FOTO: SALVATORE TRUPIANO