A Roccasecca la cerimonia di scoprimento delle Stele in ricordo delle vittime del Covid

EVENTI – L’opera è stata realizzata dal Maestro Nino Rezza. Presenti il sindaco Giuseppe Sacco, l’Assessore Alessio D’Amato, la presidente della Commissione regionale Affari Costituzionali Sara Battisti, il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli e la manager della Asl Pierpaola D’Alessandro

di Francesca Messina

Si è svolta questa mattina a Roccasecca la cerimonia di scoprimento delle Stele, opera del Maestro, Giuseppe Nino Rezza, in ricordo delle vittime del Covid – 19. Hanno partecipato all’evento l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, la direttrice generale dell’ASL di Frosinone Pierpaola D’Alessandro, il professore Giovanni Rezza, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità.

“Quella di oggi – ha detto il sindaco Giuseppe Sacco nel suo saluto – è una cerimonia molto particolare, diversa dalle altre, una cerimonia che non avremmo mai voluto celebrare, ma credo fosse doveroso lasciare un segno tangibile in memoria di tutti i nostri concittadini portati via da questa inimmaginabile pandemia. Non solo, era anche l’occasione per restituire idealmente a tutti i parenti delle vittime l’intimità di un momento che non hanno potuto vivere, specialmente a tutti coloro che non hanno potuto celebrare una cerimonia funebre tradizionale. Abbiamo ancora tristemente negli occhi l’immagine dei defunti trasportati in solitudine, con i loro cari impossibilitati anche a dare l’ultimo saluto.

Ma questo monumento serve anche a ricordare chi era in prima linea, chi ha avuto spirito di sacrificio mettendosi al servizio degli altri, chi non ha visto sacrificare se stesso ma la propria attività professionale o commerciale, a causa di quelle pesanti restrizioni che si sono rivelate fatali per molti operatori economici. E serve a ricordare la precarietà, la solitudine, delle persone sole ma anche dei ragazzi, con il loro disagio, quegli stessi ragazzi che forse sono stati i piu colpiti da quel distanziamento sociale che si pone in netta contrapposizione con il loro essere adolescenti. La pandemia è stata una vera e propria guerra, anche se combattuta contro un nemico invisibile. E paradossalmente, lo facciamo proprio mentre in Europa si sta combattendo una guerra vera, che sta mietendo vittime innocenti come quelle che sono morte a causa del Covid. Sono onesto, mai avrei pensato nella mia vita di dover onorare le vittime di una pandemia e, nel contempo, ritrovarmi a parlare anche di una guerra in Europa, di una guerra quasi ai confini di casa nostra. Ma è la cruda realtà, la realtà con la quale dobbiamo confrontarci e che mai come in questo momento dobbiamo affrontare con coraggio. Lo stesso spirito con il quale dobbiamo affrontare le prossime sfide, per sperare di consegnare ai nostri figli un mondo  migliore”.

 “Questa mattina – ha sottolineato l’Assessore Regionale D’Amato – ho partecipato alla cerimonia in ricordo dei cittadini vittime della pandemia Covid alla presenza del sindaco Giuseppe Sacco e tutta l’Amministrazione comunale, i sindaci del distretto, le autorità civili e religiose. Durante la cerimonia è stata scoperta una Stele commemorativa del maestro Nino Rezza con i nomi delle vittime. Un momento importante per rendere omaggio alle 809 vittime complessive del Covid nella provincia di Frosinone. Desidero ringraziare le nostre operatrici e i nostri operatori sanitari che non si sono mai fermati per cercare di salvare più vite possibili e limitare la diffusione del contagio. Oggi siamo in una fase completamente diversa grazie a vaccini, farmaci e anticorpi monoclonali. Fra pochi giorni cesserà lo stato d’emergenza nel nostro Paese, segnale di speranza, ma dobbiamo sempre mantenere la giusta cautela, guardando al futuro, soprattutto per queste vittime e le loro famiglie”.

“A Roccasecca insieme all’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato, la Direttrice Generale ASL Frosinone e l’Amministrazione Comunale per inaugurare la stele, ad opera di Giuseppe Nino Rezza, in memoria delle vittime da Covid-19. Un’emozione forte che, come sempre, ci riporta alla mente uno dei momenti più tragici della storia recente che ha stravolto le nostre vite.Il nostro più caloroso abbraccio va alle famiglie delle vittime e a tutto il personale sanitario, alla scienza e alle istituzioni che hanno alacremente lavorato per difendere il nostro futuro.Grazie al Sindaco e a tutti gli amministratori di Roccasecca per aver voluto fortemente questa commemorazione”. Così a margine dell’evento, Sara Battisti, presidente della Commissione Regionale, Affari Costituzionali.