Infermiere trova la svastica sull’armadietto dell’ospedale. D’Amato: “Un clima di violenza inaccettabile”

CRONACA – Netta la condanna da parte dell’assessore alla Sanità e della vice segretaria regionale del Pd del Lazio Sara Battisti. Fantini: “Intollerabile episodio fascio-nazista” Sabato il presidio indetto dalla Cgil

“Sarò presente al presidio indetto dalla Cgil per sabato 19 marzo, dopo l’increscioso episodio razzista subito da un dipendente della Asl di Frosinone. Una svastica ha deturpato il suo armadietto, un gesto deprecabile, anacronistico, che denota una incredibile ignoranza. Esprimo solidarietà al dipendente dell’Ospedale Spaziani. L’auspicio è che vengano al più presto trovati i colpevoli. Non può esserci più spazio per atti così ignobili”.

Così in una nota Sara Battisti, vicesegretario regionale del Pd Lazio per condannare l’episodio che si è verificato oggi nel Capoluogo. A stretto giro arriva la condanna del gesto anche da parte dell’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, che argomenta: “Voglio esprimere la condanna per il vile gesto nei confronti di un infermiere dell’ospedale Spaziani e la piena solidarietà alla CGIL. Un clima di violenza inaccettabile e che va assolutamente condannato”.

“Intollerabile episodio fascio-nazista contro un delegato sindacale della ASL di Frosinone. Alcuni ‘nostalgici’ hanno commesso l’ennesimo atto intimidatorio ai danni di un dipendente, disegnando una svastica sull’armadietto. A nome mio e di tutta la comunità democratica esprimo solidarietà. Sabato 19 marzo, dalle 10 alle 12, davanti all’ospedale Spaziani di Frosinone, sarò presente al presidio organizzato dalla CGIL”.
Così in una nota, Luca Fantini segretario provinciale de Partito democratico di Frosinone.