È morto l’uomo rimasto ferito nella lite a Cervaro

CRONACA – La settimana scorsa la tragedia sulla Casilina Sud in località Sordella. Dopo una settimana di agonia il cuore del sessantenne ha smesso di battere. Minorenne nei guai

Otto giorni di agonia, ora il suo cuore ha smesso di battere. Per il sessantenne di origine romene rimasto ferito nella lite a Cervaro da un minorenne non c’è stato nulla da fare. Venerdì scorso, 14 gennaio, la tragedia che si è consumata sulla Casilina Sud in località Sordella: ieri dall’ospedale Tor Vergata di Roma, dove l’uomo era stata trasferito in eliambulanza, è giunta la notizia della morte dell’uomo.  (LEGGI QUI: Dramma a Cervaro, lite finisce nel sangue)

Il minorenne residente a Cervaro che adesso è finito sotto indagine presso la Procura dei Minori con l’ipotesi di reato di lesione aggravata. Stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto, sembrerebbe essere tutto nato da un violento alterco per motivi di “circolazione stradale”. Da una parte due romeni, che viaggiavano in auto in direzione Isernia e che sembra stessero guidando in maniera tale da seminare paura e panico fra gli altri utenti della strada, e, dall’altra, un giovane e il padre: entrambi di Cervaro.

Una volta giunti al semaforo in località Sordella sarebbe scoppiata la lite tra i due romeni e il padre del giovane che una volta intervenuto nell’alterco – a quanto sembra per difendere il padre, ma è solo una delle ipotesi – avrebbe colpito violentemente uno dei due uomini. Sono state acquisite le telecamere di sorveglianza della zona per provare a verificare l’ccaduto. Immediatamente le ferite riportate dall’uomo erano parse gravi: ieri, domenica 23 gennaio, è giunta la notizia del decesso.