Covid, muore una 64enne di Esperia. Positivo il sindaco di Boville Ernica

IL BOLLETTINO – Ecco tutti i numeri di oggi. Intanto prosegue anche il tour vaccinale con i militari. Sara Battisti: “La Asl di Frosinone si sta dimostrando, da inizio pandemia, tra le più efficienti nel panorama nazionale”

di Francesca Messina

Il sindaco di Boville Ernica, Enzo Perciballi e tutta la sua famiglia sono risultati positivi al Covid-19. È stesso il primo cittadino a spiegare: “Fino a qualche giorno fa era tutto a posto. Invece sabato, la nuova verifica ha dato esito positivo. Stiamo tutti bene. Nei prossimi giorni ci sottoporremo a ulteriori verifiche. A tutti i miei concittadini rinnovo l’invito alla prudenza e al rispetto delle regole”.

Oggi, come ogni lunedì (dati riferiti alla domenica) sono pochi i tamponi processati e, quindi, i nuovi positivi: se ne contano 267. Registrato il decesso di una donna di 64 anni residente ad Esperia con pregresse patologie.

Intanto prosegue la campagna vaccinale. A tal proposito Sara Battisti, presidente della commissione regionale Affari Istituzionali dice: “La Asl di Frosinone, grazie allo straordinario della direttrice generale Piepaola D’Alessandro, del management e del personale sanitario, si sta dimostrando, da inizio pandemia, tra le più efficienti nel panorama nazionale per l’organizzazione della campagna vaccinale.

Ora, con la collaborazione delle forze armate, sono state predisposte nuove date del tuor nei comuni con l’equipe militare che affiancherà il team vaccinale, per facilitare i cittadini e incentivare ulteriormente la vaccinazione che resta l’arma principale per la lotta alla pandemia, per evitare la malattia grave e per tornare presto alla normalità. L’accesso sarà libero e non sarà necessaria alcuna prenotazione sia per le prime dosi che per i richiami”.


Prosegue la consigliera: “Dopo il grande successo delle prime tappe ad Atina, Gallinaro, Villa Latina e Sora – spiega – il 26 gennaio sarà la volta di Anagni, Sgurgola e Supino. Il 27 gennaio l’equipe sosterà ad Ausonia, San Giorgio a Liri e all’Università di Cassino, per coinvolgere maggiormente i più giovani. Poi il 29 a Cassino centro, il 30 a Frosinone, il 2 febbraio a Fiuggi, il 5 a Cervaro e ad Aquino, il 6 agli Altipiani di Arcinazzo e il 9 ad Amaseno.

Rimangono delle piccole sacche di resistenza personale che la Asl cerca di convincere andando direttamente nei comuni, scegliendo luoghi pubblici e di facile raggiungimento, grazie anche all’aiuto di sindaci e amministratori, che hanno collaborato nell’organizzazione di questo tour. Uniti e ancora più vicini ai cittadini – conclude – possiamo vincere la battaglia contro il Covid”.