La Fiat compie mezzo secolo. Ma la festa è rimandata

ECONOMIA – Ecco un video che celebra i 50 anni dello stabilimento di Cassino: con l’occupazione e la produzione dimezzata c’è però ben poco da brindare. La Uilm prova a spargere ottimismo: ecco 35 euro di aumento in busta paga. Tutti i dettagli [GUARDA IL VIDEO]

Nello stabilimento Stellantis di Cassino oggi si producono due modelli a marchio Alfa: lo Stelvio e la Giulietta. Tra pochi mesi arriverà Grecale, il Suv della Maserati. Dal 1972, anno di insediamento della Fiat nel comune di Piedimonte San Gemano, sono stati prodotti decine di modelli: dalla Fiat 126 all’Alfa Giulietta passando per la Lancia Delta. Stilo, Croma e Bravo i modelli prodotti dal 2000 in poi, prima che Fiat diventasse Fca (acquistando la Chrysler americana). A giugno 2016, con l’entrata a pieno regime della catena destinata alla nuova Alfa Romeo Giulia, lo stabilimento FCA di Cassino viene ufficialmente ribattezzato stabilimento Alfa Romeo di Cassino e nel novembre del 2016 viene avviata nell’impianto anche la produzione del SUV Alfa Romeo Stelvio, basato sulla medesima piattaforma denominata Giorgio della Giulia.

Il resto è storia dei giorni nostri: la fusione con Psa, la nascita del gruppo Stellantis, l’emergenza Covid che ha fatto sentire i suoi effetti sul mercato dell’auto e sullo stabilimento di Cassino. Sono lontani i tempi di quando la Fiat occupava 5.000 operai arrivando a quasi 20.000 considerando tutto l’indotto.

Fino alle ultime assunzioni del 2017, con 532 interinali mandati a casa e solo 300 stabilizzazioni, prima che Fca diventasse Stellantis, gli occupati erano oltre 4.000, quasi 4.5000. Al 31 dicembre del 2021 se ne contano poco più di 3.000: compreso l’indotto si supera di poco le 10.000 unità. L’occupazione è stata praticamente dimezzata, così come sono state dimezzate le vendite del marchio Alfa.

A spargere ottimismo ci prova la Uilm, l’organizzazione sindacale più rappresentativa all’interno dello stabilimento che rende noti gli aumenti in busta paga che ci saranno a partire da quest’anno:

Il presente di Cassino è però molto difficile. Lo stabilimento ha registrato un netto calo delle attività produttive ed un forte incremento del ricorso agli ammortizzatori sociali. Nel frattempo, la forza lavoro di Cassino è stata progressivamente ridotta, grazie anche ad un programma di uscite anticipate. La situazione attuale è, quindi, molto difficile e negli ultimi 2 anni (2020, 2021) lo stabilimento ha registrato circa 200 giorni di chiusura con ricorso ad ammortizzatori sociali.

In attesa di maggiori dettagli sul futuro, Alfa Romeo ha scelto di celebrare lo stabilimento di Cassino dove, per circa 10 anni, è stata prodotta l’Alfa Romeo Giulietta ed attualmente vengono realizzate Giulia e Stelvio, gli unici due modelli della gamma del marchio. Per l’occasione, quindi, Alfa Romeo ha diffuso un nuovo video ufficiale, denominato Where Passion is Built. Ecco il video in questione: