Festival del fumetto, in primavera si bissa!

CULTURA – Cala il sipario sulla prima edizione di “Cassino Fantastica”. Gli organizzatori tracciano un bilancio e annunciano i progetti futuri

Domenica, alle ore 19, è calato il sipario sulla prima edizione di “Cassino Fantastica”, il Festival del Fumetto – il primo nel Basso Lazio – che si è svolto a Cassino nelle giornate del 9 e 10 ottobre tra il Museo Historiale, la Sala degli Abati e la Sala Esposizioni “V. Miele” del Liceo Artistico. Una prima edizione che, nonostante le condizioni meteo avverse, ha raccolto il favore di appassionati e curiosi di fumetto, animazione, cinema, games e cosplay, registrando più di settecento (700!) ingressi al termine del weekend.

La manifestazione, organizzata dalla Kirby Academy, accademia del fumetto a Cassino, in collaborazione con il Comune di Cassino, Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo, e con la supervisione del Direttore Culturale Alessandro Bottero, ha animato la città grazie a un programma che ha visto coinvolti 44 ospiti di fama nazionale – e sì, diciamolo ad alta voce – anche internazionale, con ben 52 eventi (tra incontri con gli autori, workshop, eventi Cosplay, area games, momenti musicali, mostre e conferenze), per una due giorni davvero “fantastica”!

Tanti i momenti da ricordare e soprattutto tanta l’emozione per questa prima edizione, che tra ospiti illustri, conferenze, mostre e tanto altro ha tenuto a battesimo anche il Gran Gala “Lorenzo Bartoli”, per omaggiare la memoria di un autore che con il suo talento poliedrico e brillante ha rivoluzionato il fumetto italiano.

Si chiude, dunque, questa prima ed entusiasmante edizione, e la nostra aliena preferita torna a casa, nella sua Galassia, portando con sé consigli (giusti), critiche (poche) ed elogi (molti) da cui ripartire. Sì, abbiamo scritto proprio “ripartire”, perché – ora possiamo dirvelo – in primavera Fantastica tornerà, e il secondo viaggio sarà ancora più indimenticabile.

Il Direttore Culturale Alessandro Bottero, ai nostri microfoni, ha infine chiosato: “La città di Cassino ha risposto molto bene a questo evento. Come ogni prima edizione ci sono cose da migliorare e punti fermi da cui ripartire. Quel che è certo è che “Cassino Fantastica” non finisce oggi. Quello di quest’anno è stato solo il primo appuntamento che ha fatto da apripista al festival del fumetto nella città di Cassino”.