“L’astensionismo? I cittadini sono stanchi delle false promesse”

OPINIONI – Pietro Pacitti commenta l’esito elettorale, partendo dal dato più clamoroso: quello dell’astensionismo. Poi tira le orecchie al Centrodestra: “I partiti neutralizzino quei personaggi che anche in questa tornata elettorale hanno dimostrato la loro inaffidabilità”

<strong>Pietro Pacitti</strong>
Pietro Pacitti

Coordinatore Provinciale Frosinone “Progetto Lazio”

L’astensionismo ha fatto emergere un malessere da parte degli elettori che non può essere sottovalutato. C’è bisogno di una sincera riflessione da parte di tutti: se i cittadini hanno perso la fiducia verso la classe politica fino al punto di decidere di non esprimere, attraverso lo strumento democratico del voto, chi eleggere a loro rappresentante vuol dire che la colpa non è altro che di chi fa politica e non certo dei cittadini che sono stanchi delle false promesse e di dover essere vittime inconsapevoli di beghe di partito.

E ora che la classe politica torni a mettere al centro del suo percorso il valore del capitale umano, cioè di quelle persone vicine ai territori, capaci di portare avanti le istanze dei cittadini e non degli interessi di bottega.

Per far questo è necessario, da parte di qualche partito di centro destra, che vengano neutralizzati alcuni personaggi che anche in questa tornata elettorale hanno dimostrato la loro inaffidabilità, la loro incapacità a governare un sentimento popolare che li vede completamente lontani dalla vera realtà e non da quella realtà raccontata a seconda dell’interlocutore che si trovano davanti. Concludo augurando un buon lavoro ai sindaci e consiglieri eletti.