Castrocielo, piazze piene e tanto entusiasmo per la lista “Stretta di mano”

ELEZIONI COMUNALI 2021 – Cerasi illustra le opere realizzate e quelle che stanno per partire: “Noi alle chiacchiere rispondiamo con i cantieri”. Materiale: “Fino a pochi giorni fa i nostri avversari ritenevano il loro attuale candidato sindaco un amministratore incapace di governare”

Due comizi in pochi giorni per la lista “Stretta di mano” in vista delle elezioni che si terranno il 3 e 4 ottobre a Castrocielo. Due appuntamenti come sempre molto partecipati: il primo in piazza Salvo d’Acquisto, mentre nel weekend appena trascorso la compagine del sindaco uscente Filippo Materiale ha incontrato i cittadini in piazza Umberto I.

Graziano Cerasi, il candidato sindaco della formazione che vede candidato al suo interno, tra gli altri, l’attuale primo cittadino, Filippo Materiale, ha evidenziato come la lista “Stretta di mano” prosegue sulla scia della buona amministrazione di tutti questi anni.

Al bando le ipotesi irrealizzabili per gettare fumo negli occhi ai cittadini-elettori. Cerasi ha parlato di fatti concreti. In ordine: i lavori già partiti per il teatro romando di Aquinum finanziato con 2 milioni di euro; 1,9 milioni di euro sono invece stati stanziati per quel che riguarda il rifacimento delle due scuole dell’infanzia.

E’ stato poi Giovanni Cuomo, candidato consigliere di “Stretta di Mano” a soffermarsi sull’esigenza di sottoporre ai cittadini elettori proposte credibili e realizzabili, non un “libro dei sogni” come ad esempio la possibilità di avere a Castrocielo un elicottero per spegnere gli incendi. Tale proposta, giunta dagli antagonisti di “Stretta di mano”, è stata ritenuta irrealizzabile e la compagine dell’amministrazione uscente ha spiegato perchè.

Dalla demagogia degli avversari, il discorso è stato invece riportato sui binari delle proposte concrete e attuabili da subito: una di queste sarà quella di istituire il Consiglio comunale  dei ragazzi per permettere ai giovani e alle nuove generazioni di avvicinarsi alla politica con una coscienza civica.

Il sindaco Materiale si è poi soffermato, nel corso degli ultimi due comizi, sulle contraddizioni della lista avversaria. Ha spiegato che offende l’intelligenza degli elettori chi riteneva l’attuale vice sindaco un cattivo amministratore salvo poi, all’ultimo minuto, decidere di sceglierlo come candidato sindaco. “Questi non sono atteggiamenti seri” ha chiosato Materiale, mentre Cerasi ha rispedito al mittente le accuse, secondo cui, la compagine di “Stretta di mano” impedisce ai cittadini di partecipare ai comizi degli avversari limitando la loro libertà.

“Non accettiamo lezioni sulla libertà da coloro che si  facevano la guerra a vicenda fino a poche settimane fa e adesso vogliono porsi come alleanza credibile” la sottolineatura di Cerasi. Il candidato sindaco è poi tornato a parlare di questioni che toccano da vicino la vita dei cittadini, migliorando la qualità della vivibilità a Castrocielo. Oltre 300.000 euro sono i fondi stanziati  per l’isola ecologica mentre grazie ai fondi ministeriali si sta procedendo alla sistemazione di alcune strade.

“Asfalto elettorale? La verità è che i fondi ministeriali sono giunti a tutti i comuni in questo periodo. Non abbiamo bisogno di questi escamotage, viste le tante opere realizzate in questi anni e le altre in cantiere: ricordiamo, tra le altre cose, i 2,4 milioni di euro per la riqualificazione del centro storico. Noi alle chiacchiere rispondiamo con i fatti e con i cantieri”.