Notte Europea dei Ricercatori, l’Unicas in prima linea

ATENEO – Tanti appuntamenti tra Cassino, Ventotene e il Castello di Gaeta dal 22 al 24 settembre. Ecco il programma completo

Il rettore Giovanni Betta

Anche quest’anno l’Università di Cassino e del Lazio meridionale partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori, un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatrici e ricercatori e istituzioni di ricerca di tutti i paesi europei con l’ambizioso obiettivo di avvicinare alla Scienza i cittadini di tutte le età. Quest’anno il nome del progetto ERN firmato Frascati Scienza è LEAF, acronimo per “heaL thE plAnet’s Future”, cura il futuro del pianeta. L’immagine non poteva che essere una foglia: non fragile e rinsecchita, ma verde lussureggiante. D’altronde chi meglio della ricerca può essere foglia fresca, vitale e resiliente? La boccata d’ossigeno per rispondere alle sfide di oggi e di domani, dalla pandemia di Covid-19 al cambiamento climatico.

Per un pianeta in salute serve il lavoro dei ricercatori e delle ricercatrici, per questo è necessario che tanti giovani si sentano incoraggiati nell’intraprendere la carriera scientifica. I temi che riempiranno l’agenda della settimana sono selezionati dal Green Deal dell’Unione Europea e tra questi ci sono: Agricoltura dal produttore al consumatore, Tutela della biodiversità, Economia Circolare, Zero – inquinamento, Ambienti privi di sostanze tossiche, Salute e Benessere. Il sottobosco di ogni appuntamento sarà il fare scienza in modo accessibile, pop e divertente per tutti.

LEAF è finanziato dal programma HORIZON 2020 MSCA-NIGHT-2020 bis project n. 101036100 della Commissione Europea, nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie e dalla Regione Lazio.
Adempiendo a tutte le misure richieste per l’emergenza sanitaria, l’appuntamento si terrà sia in presenza che online. La partecipazione, come sempre, è ad accesso libero e gratuito.

La ‘Notte’, in programma il 24 settembre in centinaia di città di tutto il continente, sarà l’evento di punta della Settimana della Scienza 2021 che si svolgerà dal 18 al 25 settembre. Sette giorni ricchi di iniziative indirizzate alla divulgazione scientifica: esperimenti interattivi, visite ai laboratori, incontri con ricercatori, conferenze, giochi, spettacoli, aperitivi scientifici e tanto altro saranno la chiave per conoscere il mondo della ricerca e i ‘Ricercatori’, persone ordinarie che svolgono un lavoro straordinario.

UNICAS e ALACLAM – Associazione dei Laureati UNICAS partecipano con un programma ricco di eventi che si svolgeranno a Cassino, Castello di Gaeta, Ventotene, Isola del Liri e Osservatorio di Campocatino.

Gli eventi UNICAS

20 settembre – Isola del Liri

 22 settembre – Ventotene

 24 settembre – Cassino

Osservatorio Astronomico di Campocatino

  Castello di Gaeta

Responsabile scientifico: il Rettore, prof. Giovanni BETTA

Scarica la Locandina. Qui il programma completo della Settimana della Scienza e della Notte Europea dei Ricercatori #LEAF, con la descrizione di tutti gli eventi.
Main sponsors dell’evento: Banca Popolare del Cassinate, Casa di Cura Villa Serena (Cassino) – Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed, Acqua Filette

Tutte le attività dovranno svolgersi nel rispetto delle misure di prevenzione sanitaria per il contenimento del contagio da Covid-19 contenute nel protocollo per la tutela della salute pubblicato sul sito web di Ateneo. Tutti i partecipanti agli eventi devono possedere e sono tenuti ad esibire la certificazione verde Covid-19 (Green pass) oppure il referto di tampone con esito negativo eseguito nelle precedenti 48 ore.

Organizzazione

Ufficio Comunicazione UNICAS

Roberta Vinciguerra, Coordinamento generale
Aurelia De Rosacomunicazione@unicas.it
Irma Mazzolenarettore@unicas.it
Antonietta Di Bernardo, tirocinante curriculare del CdLM in Management

Per la prenotazione agli eventi #LEAF scrivere a comunicazione@unicas.it