“Nonostante il Covid, il nostro istituto non si è mai fermato”

SCUOLA – Il dirigente del Comprensivo 2 di Pontecorvo, Angelo Urgera, illustra i progetti messi in campo e annuncia: “A breve avvieremo anche un percorso di certificazione mediante l’insegnamento della lingua inglese con il metodo Cambridge”

Il dirigente scolastico Angelo Urgera

di Francesca Messina

A pochi giorni dall’apertura dell’Istituto Comprensivo Pontecorvo 2, il preside Angelo Urgera, illustra i progetti della Scuola che comprende i plessi dell’Infanzia, della Primaria e della Scuola Secondaria di 1° grado che sono dislocati nei Comuni di Pontecorvo, San Giovanni Incarico e Pico. Il dirigente scolastico Urgera, ha portato il suo saluto inaugurale a tutti gli alunni ricordando anche le norme anti Covid ed ha chiesto la collaborazione delle famiglie per consentire una convivenza serena all’interno dei plessi scolastici. Inoltre ha fatto riferimento alla didattica a distanza che non si può sostituire a quella in presenza.


“Nonostante la grave situazione sanitaria – ha spiegato il preside Urgera – che abbiamo vissuto  negli ultimi due anni, l’I.C. Pontecorvo 2 non si è fermato. È doveroso sottolineare che senza l’impegno della componente docente e del Consiglio di Istituto, a cui va il mio ringraziamento, molte delle attività proposte non saremmo riusciti ad attuarle. Citerò solo alcune delle principali attività che l’I.C. ha svolto nell’A.S. appena concluso.

Abbiamo garantito agli alunni delle famiglie prive dei dispositivi per la didattica a distanza la possibilità di non perdere nemmeno un minuto delle attività condotte dai nostri docenti, attuando pienamente il rispetto del diritto all’istruzione.


Con l’aiuto della commissione preposta alla elaborazione delle progettazioni per fondi PON e POR – prosegue il dirigente – abbiamo conseguito, tra gli altri, due importantissimi risultati che consistono in due finanziamenti di  rilevanza strategica per l’arricchimento dell’offerta formativa dei nostri alunni: un finanziamento di circa 100.000,00 € finalizzato all’avvio di 19 moduli, diversificati su  tematiche multidisciplinari e, un secondo di oltre 15.000,00 €, che utilizzeremo per la creazione di un percorso, di concerto con l’IIS di Pontecorvo, che consiste nella attuazione di una serie di moduli formativi destinati al potenziamento di attività laboratoriali di ordine tecnico-informatico ( robotica, uso della stampante 3d e uso dello scanner 3d).

Grazie alla disponibilità dei docenti di lingua italiana – ha continuato il dirigente scolastico Urgera – abbiamo attivato, in via sperimentale, un primo progetto finalizzato all’avviamento alla lingua latina che ha conseguito tra alunni e genitori, grande partecipazione tra i primi e grande considerazione tra i secondi.


Altro progetto attuato in via sperimentale è quello denominato CLIL, con il quale agli alunni si impartiscono lezioni esclusivamente in lingua inglese  su una disciplina non di lingua. La scelta di attuare questa forma di insegnamento è insita nel fatto che l’esame di Stato nella scuola secondaria di II grado prevede appunto una valutazione su un percorso CLIL.
Per l’A.S. corrente avvieremo anche un percorso di certificazione mediante l’insegnamento della lingua inglese con il metodo Cambridge a cui si riconduce la gran parte delle certificazioni scolastiche.


Per la prima volta, per la nostra scuola, è stato adottato il diario di Istituto che, oltre a favorire una forma di competizione concorsuale interna, per la scelta di una copertina disegnata dai nostri alunni, ha uniformato, a partire dalla scuola primaria fino alla secondaria, le dotazioni didattiche, fornendo un prodotto di elevata qualità ad un costo irrisorio per le famiglie.


Con i fondi dei decreti sostegni – conclude il preside – abbiamo realizzato interventi, tra le altre cose, per modernizzare le dotazioni strumentali nelle aule mediante l’acquisto di eccellenti schermi smart touch, per facilitare ancora più l’ingresso degli alunni nel mondo dell’uso degli strumenti multimediali”.