Cassino, prima campanella tra novità e vecchi problemi

SCUOLA – Al primo circolo si insedia il neo dirigente Luigi Abate. Alla Folcara irrisolte le difficoltà dovute alla viabilità. Parla il preside dell’Itis “Majorana” Pasquale Merino

<strong>Francesca Messina</strong>
Francesca Messina

Giornalista

Luigi Abate, dirigente scolastico I istituto comprensivo di Cassino

di Francesca Messina

È suonata questa mattina la prima campanella per gli alunni dell’Istituto Comprensivo Cassino 1 che ha tre sedi: la scuola dell’infanzia di via Arno, la scuola primaria “Pio Di Meo” e la scuola secondaria di 1° grado “Di Biasio”. A tal proposito il neo preside Luigi Abate ha spiegato: “Abbiamo accolto con la collaborazione di tutti i “nuovi” ragazzi delle classi prime, il tutto si è svolto tranquillamente e tenendo conto delle norme anti Covid.

Le aule sono state sanificate e gli studenti sono entrati a scuola scaglionati attraverso ingressi separati. Stiamo osservando il distanziamento tra i banchi e i bambini dai sei anni in su stanno indossando la mascherina. Abbiamo controllato il green pass a tutto il personale scolastico. Inoltre avevamo segnalato alcune criticità (taglio dell’erba, pulizia esterna) al Comune che ha provveduto già a risolverle”. Tutti i docenti del Primo Comprensivo rivolgono un cordiale ed affettuoso benvenuto al nuovo dirigente scolastico.

QUI ITIS

Pasquale Merino, dirigente scolastico Itis Majorama

Nei giorni scorsi è suonata invece la prima campanella per gli studenti dell’Itis “Ettore Majorana” di Cassino. A tal proposito il preside Pasquale Merino ha sottolineato: “La nostra sede è ubicata alla Folcara. Abbiamo circa 1240 alunni, di cui 500 al biennio e 740 al triennio. Per quanto riguarda i trasporti, credo proprio che sia impensabile il non poter evitare un grande ingorgo in quanto oltre noi, c’è anche il Liceo Scientifico.

Le nostre entrate sono disposte in doppi turni, il primo alle 8 ed il secondo alle 9.40 così come le uscite rispettivamente alle 13 e alle 14.40. Ed è proprio alle 8 che si crea un traffico enorme. Per quanto riguarda le norme anti Covid, abbiamo attuato le stesse dello scorso anno, con l’uso dei disinfettanti, i ragazzi hanno tutti la mascherina chirurgica e nelle aule i banchi monoposto sono distanziati.

Da questa mattina, 13 settembre, il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione una piattaforma nazionale in cui si verificherà giornalmente se il personale scolastico in servizio ha il green pass. Sempre da oggi il pass sarà obbligatorio anche per i genitori che accederanno a Scuola. Inoltre stiamo continuando a sviluppare il P.O.N. con ben sedici moduli”.