Cassino, spuntano cinque ordigni bellici. Scatta la bonifica

IL FATTO – A rimuovere le ancora pericolose bombe americane da mortaio, gli artificieri del Genio militare, coordinati dal comandante della polizia provinciale ingegner Vona. Ecco la zona interessata

Sono iniziate di buon mattino le operazioni di bonifica di un tratto della vecchia Cavendish Road, dove nei giorni scorsi Niki Dragonetti, residente in via Monacato, aveva rinvenuto, durante la pulizia di un fondo, ben 5 ordigni bellici residuati della seconda guerra mondiale.

A rimuovere le ancora pericolose bombe americane da mortaio, gli artificieri del Genio militare, coordinati dal comandante della polizia provinciale ingegner Vona. Le pioggie di questi giorni, seppur brevi, hanno comunque portato alla luce dopo oltre 70 anni, ordigni di fatto ancora potenzialmente funzionanti e per questo molto pericolosi.

I militari, e la polizia provinciale avvisati dallo stesso Dragonetti, hanno raccomandato, in caso di rinvenimento accidentale di non toccare in nessun caso questi ordigni, e di avvisare immediatamente le forze dell’ordine. Malgrado l’intenso caldo e la tensione dovuto al pericoloso lavoro, militari e polizia non hanno potuto rinfrescarsi ad una delle fontane del Monacato, erano ben tre, e tutte chiuse dal comune di Cassino non si è capito mai bene per quale motivo.

Giovanni Trupiano