La Provincia brucia senza sosta. Portelli: “Gente idiota”

CRONACA – Da Nord a Sud della Ciociaria proseguono le operazioni di spegnimento degli incendi che si sono sviluppati a Ferragosto. A Piedimonte i danni maggiori. Il sindaco di Ausonia: “Una notte terribile, abitazioni sorvegliate dai vigili del fuoco”. Da Roccasecca la solidarietà di Sacco. Il prefetto: “Ci sono persone cattive e malvagie che danno fuoco e distruggono l’ambiente in cui viviamo” [GUARDA LE FOTO]

Un Ferragosto di fuoco e una notte di paura. Nella giornata di ieri le fiamme hanno divorato la vegetazione da Nord a Sud della Provincia di Frosinone. I danni maggiori si sono registrati nella parte alta di Piedimonte San Germano dove, oltre alla vegetazione, i danni hanno riguardato anche alcuni capannoni ed hanno lambito le abitazioni: si è infatti resa necessaria l’evacuazione di alcune casa.

Paura anche ad Ausonia dove dalla giornata di ieri brucia Monte Fammera. Diversi i focolai che si sono sviluppati a partire da Esperia e fino ai comuni al confine con la Provincia di Latina. Il sindaco di Ausonia, Benedetto Cardillo, in mattinata ha spiegato: ” Una notte terribile, di paura e ansia, lo sgomento davanti agli occhi nel vedere la nostra montagna bruciare. Le abitazioni sono state sorvegliate tutta la notte dai vigili del fuoco. Questa mattina sono riprese le operazioni di controllo e siamo in attesa dei Canadair per provare a mettere fine a questo scempio senza fine. La cosa più importante al momento è che non ci sono abitazioni in pericolo”.

Sul tema incendi è intervenuto anche il prefetto della Provincia di Frosinone, Ignazio Portelli. Intervistato dalla collega Lorenza Di Brango a TeleUniverso ha lanciato un duro monito: “Qui si lavora 365 giorni, 24 ore su 24, non ci sono giorni di tregua e soprattutto non ci sono i certificati di malattia quelli fasulli, vergati dai medici da quattro soldi che vanno rilasciando ai pubblici dipendenti. Qui c’è chi lavora a pancia bassa, vicino alle popolazioni. Ora abbiamo detto questo grande problema degli incendi: è una questione grave e prima ancor un fatto morale. Ci sono persone cattive e malvagie che danno fuoco e distruggono l’ambiente in cui viviamo. Gente particolarmente idiota che si diverte a distruggere l’ambiente in cui viviamo, togliendoci l’aria”.

Il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco, interviene a sostegno delle comunità colpite. “Il dramma vissuto ieri dai residenti di Piedimonte San Germano e Colle San Magno è anche il nostro dramma. Perché Roccasecca più volte ha pagato pesantemente in termini di ambiente e economia la scelleratezza di chi, senza alcuna moralità, appicca incendi.

Non posso non esprimere la piena solidarietà alle comunità pesantemente colpite dai roghi di questi giorni e non posso non mettere a disposizione i nostri mezzi e la nostra Protezione Civile lì dove se ne dovesse presentare la necessità. Solo con un lavoro di squadra, riprendendo l’appello fatto da sua eccellenza il prefetto di Frosinone Ignazio portelli, potremmo porre fine allo scempio che ‘persone malvagie e crudeli’ stanno compiendo a nostro scapito ed a scapito nostra bellissima terra”

GUARDA LE FOTO