Salvini arriva a Frosinone e fa il virologo: “Sotto i 18 anni il vaccino provoca più danni che vantaggi”

POLITICA – Il leader della Lega ieri nel Capoluogo ciociaro per il referendum sulla Giustizia. I complimenti ad Ottaviani: “Applaudite lui, è tra i sindaci più apprezzati d’Italia. La Raggi è 60 posti dietro”

Il leader della Lega Matteo Salvini ha inaugurato ieri la nuova sede del Carroccio a Frosinone insieme al sindaco del Capoluogo, Nicola Ottaviani. La visita del “Capitano” in Ciociaria è inserita tra le tappe che il leader leghista sta facendo in Italia per promuovere i referendum sulla Giustizia.

Di cosa si tratta? “Chi firma per il referendum – ha rimarcato con forza – partecipa a una vera e propria rivoluzione per avere un sistema più giusto. Basta con i processi che durano 15 anni e con gli innocenti in carcere. In Italia se qualcuno sbaglia deve risarcire: questo accade per
tutti, tranne per i giudici. Anche loro, come gli altri lavoratori, se commettono errori devono pagare, perché i loro sbagli si ripercuotono sulla pelle dei cittadini, rovinano le famiglie, le imprese e le attività”.

Quindi ha elogiato Ottaviani è al pubblico che lo applaudiva ha detto: “Applaudite lui, è tra i sindaci più apprezzati d’Italia. La Raggi è 60 posti dietro”. Insieme al primo cittadino di Frosinone ha ribadito il No secco ad altri lockdown.

Poi, incalzato sul tema dei vaccini – così come riporta Gianluca Trento su Ciociaria Oggi – ha risposto: “La priorità è mettere in sicurezza tutti gli over 70, garantendo ai giovani la libertà. Parlare di obbligo vaccinale per i quattordicenni è semplicemente assurdo, sotto i 18 anni il vaccino provoca più danni che vantaggi”.