Aumenti in bolletta del Consorzio Valle del Liri, si mobilita Picano

POLITICA – Il vice segretario provinciale di FdI ha chiesto all’onorevole Antonello Aurigemma di presentare un’ interrogazione a risposta scritta in consiglio regionale del Lazio. Ecco le richieste

Gabriele Picano

“Sollecitato da numerosissimi cittadini della provincia di Frosinone, ho chiesto all’onorevole Antonello Aurigemma che ringrazio vivamente, di presentare un’ interrogazione a risposta scritta in consiglio regionale del Lazio, sui pesanti aumenti tariffari effettuati dal consorzio di bonifica Valle del Liri di Cassino”.

Ad annunciarlo è il vice segretario provinciale di Fratelli d’Italia, Gabriele Picano, che argomenta. Nell’interrogazione presentata da Aurigemma si evidenzia: ” Rilevato che si riscontra sulle tariffe dei consumi in bolletta dei proprietari dei terreni agricoli, in particolare sulla tariffa irrigua, un aumento eccessivo , dovuto, secondo quanto rappresentato dai Dirigenti Regionali, non ad un aumento della quota variabile ma bensì della “quota fissa” commisurata al miglioramento fondiario che deriva dalla potenziale irrigazione del fondo, aumento di 5 euro (da 65 a 70 euro) della quota fissa della tariffazione irrigua necessaria per la copertura dei costi di manutenzione straordinaria delle centrali di pompaggio ormai antiquate, si interroga il Presidente della Giunta Regionale del Lazio, On. Nicola Zingaretti e l’Assessore competente in materia per sapere:

  • se intenda sospendere immediatamente il pagamento delle bollette per l’anno 2021, relative sia al servizio di irrigazione che al pagamento del contributo a difesa del suolo;
  • quali sono gli atti amministrativi in base ai quali sono stati stabiliti gli ulteriori aumenti dei canoni nel 2021;
  • quali sono nel dettaglio gli interventi che sono stati realizzati nelle aree del Consorzio tali da giustificare gli aumenti tariffari.