Le pagelle di domenica 9 maggio

RUBRICHE – Enrica Segneri porta la voce degli operai Fca di Piedimonte San Germano in Parlamento e riesce a far uscire il ministro Giorgetti dal silenzio su Stellantis. Intanto a Cassino l’isola ancora non c’è, nonostante la proposta. E sul Carroccio i consiglieri sono… slegati!

ENRICA SEGNERI

E’ stata finora l’unica a portare la voce degli operai dello stabilimento Fca Stellantis all’attenzione del Governo. L’onorevole Enrica Segneri ha presentato una interrogazione al ministro del lavoro nell’apposita commissione per avere delucidazioni sul futuro di Stellantis e della fabbrica ai piedi dell’Abbazia. Finalmente le istituzioni tornano a farsi sentire sul tema: da quando Mauro Buschini non è più presidente del Consiglio regionale, il tavolo sull’automotive che si era aperto alla Pisana si è paralizzato.

La deputata ciociara del M5S ha posto al ministro i dubbi e le perplessità degli operai delle aziende dell’indotto di Stellantis e ha avuto il merito di far uscire allo scoperto anche il titolare del Dicastero dello Sviluppo Economico che in questi mesi non aveva mai speso una parola su Stellantis. Ha dovuto farlo dopo il pressing giunto da una parlamentare della Provincia di Frosinone, tra i pochi politici attenta e sensibile ai problemi di Stellantis e in particolare dello stabilimento di Cassino.

Rombo di motori

VOTO 9

CLAUDIO DONATELLI

Nei giorni scorsi a nome dell’associazione che coordina, “Pop, Idee in Movimento”, Claudio Donatelli ha chiesto all’amministrazione comunale di istituire in città l’isola pedonale non solo nel weekend ma anche nei giorni feriali, dalle 18 in poi. Una proposta che ben si combina con i provvedimenti di tanti comuni italiani che stanno prendendo provvedimenti per esentare i commercianti dal pagamento della Tosap fino al 30 ottobre per permettere loro di usufruire il più possibile degli spazi esterni, dove il contagio si trasmette meno facilmente.

In questo modo bar, pub e ristoranti avrebbero la possibilità di usufruire di ancora più spazio per i loro tavolini; i cittadini di godersi il centro senza lo smog delle auto. La migliore risposta è giunta dai detrattori: una ventina di esercizi commerciali appena, in tutta la città, hanno mostrato pollice verso. Una esigua minoranza. Segno che tutti gli altri, gradirebbero. Cosa aspetta il Comune a dare l’ok?

Una proposta Pop Rock

VOTO 8

LA LEGA DI CASSINO

Divisi, ancora una volta. Chi va al coordinamento provinciale della Lega, e chi declina. Chi attacca a muso duro l’amministrazione di Enzo Salera e chi si eclissa. Franco Evangelista firma le interrogazioni con l’opposizione “petrarconiana” mentre Michelina Bevilacqua si dissocia.

Fanno parte entrambi dello stesso partito, la Lega, ma nessuno dei due è intenzionato a scendere dal Carroccio: continuando con questa condotta c’è però il rischio che il Carroccio vada a sbattere. Anche perchè mentre il gruppo consiliare consuma la sua spaccatura, nessuno dei vertici provinciali o regionali si pronuncia in merito. Come se la questione non fosse di loro interesse. E, probabilmente, non lo è!

S(lega)ti

VOTO 5